Detrazioni ristrutturazione casa

Ristrutturazione

Devi fare dei lavori di ristrutturazione in casa tua? Non sei sicuro se puoi accedere alle detrazioni sulla ristrutturazione della casa? Vuoi accedere alle detrazioni sulla ristrutturazione della casa del 36%, ma non sai cosa devi fare? Il seguente articolo ti aiuterà a rispondere alle tue domande in fatto di detrazioni sulla ristrutturazione della casa

Ristrutturazione: ecco il bonus casa

Dopo aver descritto le novità introdotte dalla Legge Finanziaria 2010, spiega quali sono i documenti necessari e tutti i passi da seguire per ottenere le detrazioni sulla ristrutturazione della casa.

Detrazioni ristrutturazione casa - Finanziaria 2010

La Legge Finanziaria 2010, stabilisce che le detrazioni sulla ristrutturazione della casa saranno del 36% fino al 31 dicembre 2012. L'agevolazione riguarda tutti gli edifici ristrutturati dal 1 gennaio 2008.

E' possibile usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa per un tetto massimo di spesa di 48.000 € da ripartire in 10 anni. Questa cifra è da riferire alla singola unità immobiliare e non alla persona che usufruisce della detrazioni sulla ristrutturazione della casa, in modo che un singolo beneficiario possa superare il tetto massimo, ma soltanto se si tratta di interventi che riguardano diverse unità immobiliari.

Per i richiedenti delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa che abbiamo un'età inferiore a 75 anni è possibile suddividere le detrazioni sulla ristrutturazione della casa in 5 rate annuali, mentre per quelli che non scendono sotto gli 80 in 3 rate annuali.

I lavori per i quali si può accedere alle detrazioni sulla ristrutturazione della casa del 36% sono quelli elencati nell' art. 3 del modulo.

Detrazioni ristrutturazione casa - Documentazione

Per poter usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa, è necessario compilare un apposito modulo scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate. In esso vanno inseriti i dati anagrafici e il codice fiscale del richiedente le detrazioni sulla ristrutturazione della casa e i dati sull'immobile. Una volta compilato bisogna allegare i seguenti documenti:

  • una copia della DIA (Denuncia di Inizio Attività) o del Permesso di costruire;
  • le copie delle ricevute ICI dal 1997;
  • i dati catastali;
  • la tabella dei millesimi e la delibera di assemblea nel caso in cui si tratta di lavori che riguardano condomini;
  • estremi del contratto di locazione o comodato e il consenso all'esecuzione dei lavori, del proprietario dell'appartamento.

Per poter ottenere le detrazioni sulla ristrutturazione della casa fino a poco tempo fa bisognava inviare il tutto tramite raccomandata al Centro Operativo di Pescara. Con l'entrata in vigore del Decreto Sviluppo 2011 del 14 maggio, però, questa operazione non è più obbligatoria. Adesso si potranno iniziare i lavori senza inviare nessuna comunicazione preventiva: i dati verranno comunicati nella Dichiarazione dei Redditi.

Detrazioni ristrutturazione casa - Beneficiari

Non solo i proprietari degli immobili possono usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa, ma anche i titolari di diritti reali che sostengono le spese degli interventi edilizi. Possono usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa:

  • proprietari;
  • usufruttuari;
  • inquilini o comodatari;
  • soci di cooperative;
  • soci delle società semplici;
  • gli imprenditori individuali per quanto riguarda gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce;
  • familiari del possessore dell'immobile possono usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa se sostengono le spese dell'intervento edilizio;
  • chi sostiene i lavori in proprio può usufruire delle detrazioni sulla ristrutturazione della casa, per l'acquisto dei materiali.

Se il cantiere ha una durata di oltre 220 giorni o manifesta dei particolari rischi per la sicurezza, per poter ottenere le detrazioni sulla ristrutturazione della casa è necessario anche inviare una comunicazione, prima dell'inizio dei lavori, alla ASL di competenza tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.



Potrebbe interessarti anche