Ristrutturazione

Vuoi sostituire un vecchio pavimento in modo pratico ed economico? Scopri come fare

Il pavimento di casa, spesso trascurato, è comunque uno degli elementi più importanti dello stile e della decorazione d'interni. Ogni tipo di pavimento ha le sue proprietà e qualità particolari, ma poiché la scelta di un rivestimento per pavimenti è soprattutto estetica, deve adattarsi agli ambienti in cui verrà posizionato, possibilmente stando attenti anche ai costi. Se hai intenzione di ristrutturare la tua casa o sei in procinto di comprarne una di nuova costruzione, vediamo insieme tutte le soluzioni possibili per cambiare pavimento, considerando i tuoi gusti e i tuoi desideri in base al tuo budget e ai vincoli tecnici.

Quando e come intervenire

Poiché le scelte sono molte, quando si rinnova un pavimento, è importante prendere in considerazione quello esistente prima di decidere come e cosa installare. Rifare i pavimenti della propria casa o del proprio appartamento può dare un'anima nuova all'ambiente cambiandone completamente il suo stile, in modo che soddisfi requisiti estetici, ma che fornisca anche un certo comfort. D'altronde, quando si acquista una nuova casa, è possibile che il pavimento sia in pessime condizioni e che il suo rinnovo sia d'obbligo. Ecco i nostri consigli per fare bene.

Parametri da tenere in considerazione per fare la scelta giusta

Alcuni elementi sono molto importanti per fare la scelta giusta. Prima di pensare al lato estetico e decorativo, dobbiamo tenere in considerazione gli spazi, l'uso, la praticità di manutenzione, il budget a disposizione. Di solito cerchiamo di unificare i rivestimenti delle stanze principali e poi la zona notte. Ogni materiale deve corrispondere allo stile decorativo dei tuoi pezzi d'arredo, che sia moderno, di design o classico.

Ci sono ambienti della casa che richiedono attenzioni particolari. A volte risulta difficile mettere lo stesso rivestimento anche in bagno o in cucina, soprattutto a causa di spruzzi d'acqua e manutenzione che deve essere facilitata. La piastrellatura è probabilmente il rivestimento più adatto per la cucina perché non teme l'acqua o il grasso ed è molto facile da mantenere. Nel bagno, la scelta è un po' più vasta: pavimento in cemento, parquet (che richiede un sistema di installazione diverso rispetto ad altre stanze), gres porcellanato, laminato, linoleum o pavimento in vinile morbido o PVC.

Quali materiali scegliere

Se hai deciso di cambiare pavimento vediamo insieme le caratteristiche di ciascun materiale e il loro costo al metro quadro.

Le piastrelle 

La piastrella è il rivestimento classico per pavimenti. È robusta, resiste nel tempo, facile da pulire e da mantenere ed è adatta a qualsiasi stanza della casa grazie ad una varietà di colori, che vanno dai toni pastello e colori chiari (beige, grigio, taupe) ai toni più scuri (ad esempio, l'ardesia), decorazioni, stili, forme, dimensioni e aspetti offerti, anche ad imitazione ed effetto di altri materiali quali legno, marmo, pietra, terracotta o cemento. La piastrella è un materiale frantumato e macinato, sottoposto ad alta pressione. Ve ne sono di tipi diversi: gres porcellanato, maiolica, terracotta, ecc.

Dal punto di vista qualitativo il più utilizzato è il gres porcellanato. La porcellana è un materiale compatto, resistente e caratterizzato da una porosità (e quindi un valore di assorbimento di acqua) praticamente nullo. Le lastre in gres porcellanato si distinguono in particolare per la loro composizione. Infatti, ogni piastrella è il 99% del prodotto della miscela dei materiali più puri - minerali, caolino, feldspati, argilla - mentre i colori di origine naturale completano l'eccellente resa estetica. Facile da mantenere, bastano una scopa e acqua e un prodotto per la pulizia adatto. 

Oggigiorno ci sono anche le cosiddette piastrelle a incastro, a spessore sottile, a posa tradizionale, a posa asciutta che possono sostituire il vecchio pavimento senza dover rompere tutto per rimuoverlo. La piastrella classica può essere installata anche su alcune superfici, con l'associazione di un sottofondo specifico a seconda del supporto. Alcuni prodotti richiedono un primer. Se ne consiglia l'uso in zone di passaggio (ingresso, soggiorno, cucina), ma sono assolutamente da evitare le superfici lucide in cucina o in bagno a causa di eventuali spruzzi d'acqua che possono farlo diventare scivoloso.  

Prezzo dai €15,00 ai €65,00 al metro quadro.

Il parquet

Il parquet è un rivestimento senza tempo, costituito dal materiale più nobile, caldo e autentico, il legno. Rappresenta un investimento a lungo termine, nonostante il costo iniziale, anche fino €100,00 al metro quadro.

Il parquet massiccio ha una resistenza molto lunga, soprattutto perché un singolo strato di legno massiccio può essere rinnovato più volte per una maggiore durata. Vi è una vasta gamma di specie, legni chiari, scuri e rossi (noce, quercia, faggio, larice, ciliegio, rovere) e finiture grezze, verniciate o oliate.

Il parquet laminato presenta gli stessi vantaggi del parquet massiccio con un'installazione più semplice, grazie al sistema di troncatura e all'adattamento di alcune gamme ai pavimenti riscaldati. Un parquet con ampie pale consente di allargare la stanza, mentre le pale sottili allungano visivamente la stanza e danno un tocco di prestigio.

Esistono diversi tipi di finiture per parquet:

  • Senza finitura o grezzo: consente di personalizzarlo a proprio piacimento (cera, olio, smalto, vernice).
  • Vetrificato o verniciato: può avere un aspetto lucido o opaco, è facile da mantenere, resistente e limita i graffi e le macchie.
  • Oliato: mantiene un aspetto autentico e opaco e richiede una manutenzione regolare ma semplice.
  • Incerato: ha una finitura tradizionale, molto bella esteticamente, ma richiede una manutenzione più delicata.

Il pavimento in parquet mantiene la sua bellezza se viene pulito con un aspirapolvere per rimuovere la polvere e un panno morbido bagnato e ben strizzato. Evitare di usare grandi quantità di acqua e detergenti aggressivi e corrosivi.

Il laminato 

Il laminato è un rivestimento per pavimenti costituito da diversi strati (pannelli ad alta densità) su cui viene installata una decorazione (legno, PVC, piastrelle, cemento, ecc.). Un film protettivo ripara la finitura, più è spessa, più resistente è il rivestimento. Il laminato consente qualsiasi tipo di stile (effetti di venatura della patina, ampia scelta di colori, aspetto sbiancato, metallo o calcestruzzo cerato). Anche i formati possono essere vari: pale standard o larghe, lastre (effetto cemento o imitazione legno e piastrelle). Esistono diversi livelli di resistenza agli urti, ai colpi, ai graffi e alle sostanze chimiche. Inoltre, proprio come le piastrelle e il legno, il laminato potrebbe richiedere galleggiante (posa diretta sul vecchio rivestimento) o essere installato ex novo (posa incollata).

La sua posa flottante estremamente facile da eseguire, la sua mancanza di manutenzione (non richiede inceratura, oliatura o verniciatura), il suo costo più conveniente rispetto ai pavimenti in legno e l'estetica versatile che ben si adatta ad ogni ambiente della casa, ne fanno un materiale molto vantaggioso.

Il prezzo si aggira tra i €15,00 e i €40,00 al metro quadro.

Il PVC

Il PVC è cloruro di polivinile, un materiale termoplastico ricavato da materie prime naturali, molto versatile, economico ed ecologico. Il pavimento in PVC ha molti vantaggi. La sua durata è di circa 30 anni e resiste a graffi e macchie. È adatto in ambienti con un'elevata densità di calpestio e si distingue per il suo isolamento acustico che garantisce un comfort ottimale e la sua resistenza all'usura. Facile da installare e mantenere, il pavimento in PVC è stato modernizzato diventando sempre più decorativo con i suoi numerosi colori, i modelli originali e le imitazioni di materiali più pregiati. 

Molto adatto per ambienti umidi grazie alle sue proprietà antiscivolo. Le sue qualità batteriostatiche e fungistatiche soddisfano le esigenze di molti tipi di edilizia. La sua resistenza alla punzonatura rende questo pavimento un rivestimento perfetto per gli edifici industriali. La sua superficie liscia e impermeabile ne facilita la manutenzione, un detergente delicato e acqua tiepida bastano. Va detto, però, che è sensibile alle sostanze chimiche e alla luce, sono vietati, pertanto cera, vernici, prodotti a base di ammoniaca o solventi clorurati. Valutare bene dove deve essere posato.

Il suo costo è inferiore ai €25,00 al metro quadro.

Il linoleum

Il linoleum è un materiale sia naturale che eco-compatibile. È costituito da materiali naturali come olio di lino, resina, farina di legno e juta, che danno ottimi risultati in termini di riciclabilità e lo rende molto resistente all'usura. Anche il processo di produzione è molto rispettoso dell'ambiente e ha un impatto limitato. I pavimenti in linoleum si distinguono per la loro freschezza, il loro notevole rapporto qualità-prezzo e le loro molteplici destinazioni d'uso. Inoltre, sono completamente biodegradabili

Grazie al suo design, le possibilità di applicazione sono numerose. Un pavimento in linoleum si adatta così alla maggior parte degli stili interni. Non richiede molta manutenzione, passando l'aspirapolvere regolarmente e di tanto in tanto lo straccio, si evitano polvere e sporco. Non utilizzare mai detergenti aggressivi poiché potrebbero danneggiare lo strato superiore.

Il suo costo si aggira intorno agli €80,00 al metro quadro.

Tuttavia non mancano altre possibili scelte di rivestimento per pavimenti quali tappeti o fibre naturali come alghe, sisal, noce di cocco e bambù

Qualunque sia la tua scelta, per cambiare pavimento, è necessario preparare la superficie che ospita la nuova pavimentazione. Se il pavimento non è a livello (pendenza, dossi o asperità), se non è stabile o è in cattive condizioni i risultati saranno pessimi. Occorre una preparazione attenta e meticolosa, perché la posa richiede una certa destrezza. Sempre meglio, quindi, affidarsi alle competenze di un professionista del settore.



Potrebbe interessarti anche