DIA ristrutturazione

Ristrutturazione

Devi fare dei lavori di ristrutturazione in casa, ma non sai di quale strumento autorizzativo hai bisogno? Hai sentito parlare di DIA ristrutturazione, ma non sai cos'è o a chi rivolgerti? Non sai per quali tipi di intervento edilizio occorre la DIA ristrutturazione?

Cos'è la DIA e le sue regole da seguire

Nel seguente articolo troverai tutte le risposte alla tue domande. Dopo una breve descrizione su cos'è la DIA ristrutturazione, si parla delle sue regole e delle procedure di presentazione. Infine si da qualche consiglio su a chi rivolgersi.

DIA ristrutturazione - Procedure

Quando si devono fare dei lavori di ristrutturazione di una casa, sia interni che esterni, bisogna comunicarlo all’Ufficio Tecnico del Comune. Questa comunicazione avviene tramite la DIA (denuncia inizio attività). In pratica è un atto amministrativo della Pubblica Amministrazione, che serve per comunicare al Comune, l’inizio della nostra attività di ristrutturazione. Ovviamente sono soggetti a DIA ristrutturazione, soltanto alcuni tipi di interventodi cui parleremo meglio in seguito.

Una volta decisi gli interventi edilizi da fare bisogna rivolgersi ad un professionista abilitato (ingegnere, architetto, geometra) per la realizzazione del progetto. Il professionista preparerà anche la DIA ristrutturazione attraverso la quale verranno indicati: la data inizio lavori, le opere da realizzare, il nome dell’impresa che svolgerà i lavori e il suo Durc ove è richiesto.

Alla DIA ristrutturazione dovranno essere allegati alcuni documenti: il progetto delle modifiche che intendiamo apportare, una relazione asseverata circa la conformità delle opere da realizzare, alcune foto sullo stato della casa prima dell’inizio dei lavori, la documentazione inerente alla presenza di vincoli e relative autorizzazioni degli Enti preposti alla tutela dei medesimi, la ricevuta di pagamento di un bollettino postale a favore del Comune per i diritti di tesoreria.

Una volta pronta tutta la documentazione per la DIA, recarsi al Comune, protocollare e consegnare il tutto. Se non si avrà nessuna comunicazione per trenta giorni dalla data di protocollo per la DIA, scatta il silenzio assenso, quindi la DIA per la ristrutturazione della nostra casa si ritiene approvata garantendo automaticamente la possibilità di iniziare i lavori.

Ovviamente, per maggiori informazioni e dettagli sulla presentazione della DIA ristrutturazione, conviene rivolgersi all’ufficio tecnico del Comune in cui ricade l’edificio che intendiamo ristrutturare.

DIA ristrutturazione - Regole

La DIA per la ristrutturazione nasce con la legge n.47/85. Lo scopo della DIA era quello di rendere più semplice e veloce il procedimento relativo agli interventi edilizi di minor peso urbanistico. Attualmente è regolata dal D.P.R. n. 380/2001, meglio conosciuto come Testo Unico dell’Edilizia, negli artt. 22 e 23. L’art. 22, infatti, dice che con la DIA ristrutturazione si possono fare opere non riconducibili ad attività edilizia libera o al Permesso di Costruire.

La DIA ristrutturazione, quindi, è necessaria soltanto per alcuni interventi edilizi. Sostanzialmente la DIA riguarda opere edilizie minori, in genere interventi di modifica e trasformazione in edifici già esistenti: opere di manutenzione straordinaria, opere di restauro, risanamento conservativo, opere di eliminazione delle barriere architettoniche, recinzioni con mura di cinta e cancellate, aree destinate ad attività sportive, impianti tecnologici al servizio degli edifici, opere interne alle costruzioni, varianti in corso d’opera, parcheggi interrati.

DIA ristrutturazione - A chi rivolgersi

Molto spesso capita di non sapere quale sia lo strumento autorizzativo che fa al caso nostro, ad esempio, devo fare dei lavori di manutenzione, ma non so se devo presentare la DIA, la CIA (Comunicazione Inizio Lavori) o il Permesso di Costruire.

Se avete dubbi sulla DIA, su Professioneimmobili.it è possibile usufruire di una procedura guidata alle autorizzazioni edilizie; inoltre potete trovare tutto quello di cui avete bisogno per la vostra casa: certificazione energetica, servizi catastali, perizie immobiliari, pratiche per l’accesso alla detrazione fiscale del 55%, stima dei costi di ristrutturazione, ecc..

Su Professionisti.it, invece, oltre alla DIA puoi cercare direttamente il professionista che fa al caso tuo. Hai bisogno di un architetto o un ingegnere? Clicca sulla voce desiderata, scegli la Regione, la Provincia e potrai comodamente scegliere dall’elenco che uscirà.



Potrebbe interessarti anche