fbpx
25
Dom, Set

Ristrutturazione

Vuoi rinnovare i pavimenti di casa e stai pensando seriamente di dare uno stile unico ai tuoi ambienti. Niente in questo caso è meglio del parquet, un rivestimento che copre senza tempo e che porta calore in una stanza. I pavimenti in parquet sono il massimo del lusso, sempre di tendenza, in grado di trasformarsi e diversificarsi per offrire forme diverse adattabili a tutte le configurazioni e a tutte le tasche.

Il parquet è estetico, ecologico, isolante e sano e rappresenta un investimento a lungo termine per la tua casa. In media, dura tra 20 e 70 anni e non si deprezza nel tempo. Trova il suo posto tanto in una casa in stile tradizionale quanto in un appartamento contemporaneo. Può essere un pavimento di nuova installazione come un'opera di rinnovamento.

Vediamo insieme tutte le fasi del progetto, dalla scelta del pavimento alla realizzazione della posa.

Come scegliere il tuo parquet

Scegliere il giusto pavimento in parquet richiede un'attenta valutazione, dipende tutto dall'aspetto che vuoi dare alla tua abitazione. Il parquet può avere molti aspetti: legno naturale, rustico o colorato (bianco o grigio, più spesso).

Il parquet può essere di legno massiccio o laminato, ma anche grezzo, verniciato, oliato o cerato. La scelta del tipo di rivestimento prevede innanzitutto la scelta della natura del parquet, delle specie legnose e della sua finitura secondo criteri estetici e tecnici.

Pertanto, a seconda del budget, della facilità di installazione, della resistenza del materiale, della manutenzione e dei gusti, potrai privilegiare quello che più fa al caso tuo.

Vantaggi e svantaggi dei vari tipi di parquet

Esiste una grande varietà di specie di parquet, ognuna con le sue caratteristiche in termini di durezza, resistenza all'umidità e al colore.

  • Parquet in legno massiccio: è quello tradizionale per eccellenza ed è composto al 100% dalla stessa ed unica essenza di legno. Caldo, nobile, autentico e duraturo nel tempo, il pavimento in parquet massiccio rappresenta anche un investimento redditizio a lungo termine. Molto spesso in rovere, è comunque declinato in molte altre specie di legno (castagno, betulla, faggio, ciliegio, quercia, teak, ecc.) per estetica, resa e budget.

Lo spessore del legno deve essere compresa tra 12 mm e 23 mm, ma è soprattutto la possibilità di poterlo rinnovare e lucidare più di una volta che fa la differenza. Ad occhio nudo, non si vede alcuna differenza tra un pavimento in parquet massiccio ed un altro, ma il grande vantaggio dei pavimenti in legno massello è che si può carteggiare e levigare più volte, prolungandone la vita. 

Le tavole di questo pavimento sono in legno massello e si incastrano l'una nell'altra attraverso un sistema di solchi e lingue. La posa può essere incollata o inchiodata ma mai fluttuante. Questo tipo di parquet è di sicuro il più costoso, ma, come abbiamo visto, anche il più durevole.

I pavimenti in legno massiccio possono essere verniciati, oliati o cerati. L'aspirapolvere o il mop in microfibra bagnato e bene strizzato bastano a mantenerlo pulito tutti i giorni. Un sapone speciale viene utilizzato per pavimenti in parquet oliati. 

  • Parquet ingegnerizzato: è un pavimento composto da tre strati di legno incollati tra loro che ben si adatta a tutte le configurazioni.

Il rivestimento esterno di questo tipo di parquet rappresenta lo strato di usura del pavimento e deve essere di almeno 2,5 mm per definirsi tale e può essere in legni nazionali o in legno esotico. Chiaramente, più è spesso lo strato di rivestimento, più è possibile rinnovarlo nel tempo, poiché la levigatura rimuove generalmente 1 mm di materiale. Un pavimento in parquet con rivestimenti da 2,5 mm può essere carteggiato almeno due volte prima di essere completamente consumato.

Per lo strato centrale si utilizza un pannello di legno o un fibra di legno, un'essenza più economica e molto stabile. L'ultimo strato è il contrappeso che dà stabilità a tutti e tre gli strati che sono premuti insieme.

Dal punto di vista estetico questo materiale è simile ad un parquet massiccio perché vediamo solo la parte superiore, il legno nobile. Offre comunque una grande varietà di specie di legno, ma ha un costo inferiore ed è anche meno duraturo. D'altra parte, il parquet laminato può essere molto più largo del solido, garantendo uno spessore di 14/15 mm, inoltre è davvero molto più stabile del massiccio.

  • Parquet laminato: il nome "parquet" in questo caso è improprio perché i pavimenti in laminato non hanno lo strato di legno di regolazione di 2,5 mm, il che non consente alcun intervento di rinnovamento mediante levigatura. È un rivestimento per pavimenti che riproduce perfettamente il legno come altri materiali edili. Le tavole del pavimento in laminato vengono  agganciate insieme grazie a sistemi di assemblaggio semplici e privi di colla.

Questa tipo di decorazione è protetta da uno strato di usura in resina chiamato "overlay" che gli conferisce forza e resistenza e la sua classificazione d'uso sul pavimento laminato. L'ampia scelta e facilità di installazione del pavimento in laminato spiega il suo successo di impiego.

I pavimenti in laminato offrono una finitura resistente e facile da pulire. Uno speciale prodotto per pavimenti in laminato è sufficiente per conferire al tuo parquet un aspetto brillante.

Tipi di posa

Inchiodato: è il metodo tradizionale di posa di pavimenti in legno massello, ma anche la posa più costosa e lunga. Il parquet viene inchiodato a travetti, le assi del pavimento vengono disposte perpendicolarmente sui supporti di legno e inchiodate all'interno. Meglio scegliere assi di almeno 20 mm di spessore.

Flottante: è il metodo più veloce ed economico. Le tavole sono tagliate o incollate insieme, ma non sul supporto. Prima di procedere all'installazione viene posato un sottofondo tecnico per migliorare l'isolamento termico e acustico della pavimentazione laminata. L'installazione flottante è riservata per parquet o pavimenti in laminato, non è possibile per il parquet massiccio.

Incollato: oggi questo è il metodo più comune di posa per i pavimenti in legno massello, ma si può utilizzare anche per il laminato, per risultati acustici migliori (comfort walking) o termici (riscaldamento a pavimento). Il parquet viene incollato sul supporto piatto, può essere un massetto di cemento, un pavimento in compensato o un pannello di particelle. L'uso di un sottostrato non è obbligatorio nell'applicazione incollata, se il supporto è piatto, pulito, asciutto, sano e rigido.

Quanto costa un parquet?

Prima di mettere il parquet nella tua casa vorrai sapere a che ammontare di spesa andrai incontro. Inizia calcolando il costo di acquisto delle forniture e la tariffa di installazione. I prezzi tendono a cambiare a seconda del tipo di parquet, specie di legno, finitura, dimensioni delle pale e tecnica di installazione scelti. Il parquet, pertanto, ha diverse fasce di prezzo tra cui scegliere, dal più accessibile al più lussuoso.

Tre sono i principali tipi di fornitori presso cui rivolgersi:

  • grandi magazzini fai-da-te;
  • distributori industriali specializzati;
  • artigiani.

Anche il montaggio richiede dei costi. Ad eccezione dell'installazione flottante, che è una tecnica di installazione abbastanza economica, gli altri due tipi di installazione, incollato e inchiodato, richiedono un know-how essenziale, quindi bisogna affidarsi ad un professionista esperto.

Il costo di installazione può variare in base ai seguenti criteri:

  • il tipo di parquet, in particolare lo spessore e l'essenza del legno del prodotto;
  • la tecnica di posa, inchiodare è più costoso che incollare o fluttuare;
  • la superficie da coprire, ovviamente, maggiore è l'area, maggiore è il costo complessivo di installazione.
  • i costi di eventuali servizi aggiuntivi, come la rimozione del vecchio pavimento in parquet, la preparazione specifica del supporto, finiture speciali e altre forniture;
  • l'imprenditore a cui ci si affida, ogni artigiano pratica prezzi diversi, a seconda in particolare della sua esperienza o del personale che lo assiste.

Molto importante determinare l'area da rivestire prima di far posare il parquet; è essenziale calcolare il numero di tavole necessarie, onde evitare ordini aggiuntivi e differenze di sfumature tra due fabbricazioni.



Potrebbe interessarti anche