Misuratori dei Consumi Elettrici

Ristrutturazione

Volete gestire al meglio il vostro risparmio energetico quotidiano? Siete curiosi di sapere quanto consumano i vostri elettrodomestici? Non sapete quali misuratori dei consumi elettrici sono più adatti per voi? Seguiteci in questo articolo e scoprirete come monitorare i consumi elettrici domestici grazie a degli strumenti facili da utilizzare e semplici da trovare.

Come funzionano i misuratori dei consumi elettrici

I misuratori dei consumi elettrici sono dispositivi, fissi e portatili, utili per determinare i valori di consumo di tutti i nostri elettrodomestici e strumenti elettronici anche quando si trovano in stand-by. Questi apparecchi sono ormai facilmente reperibili su internet, nei negozi di materiale elettrico o nei centri commerciali.

Misuratori dei consumi elettrici –  perché sono importanti?

Per poter effettuare un'accurata analisi dei consumi, si possono utilizzare le informazioni fornite dal contatore dell'energia elettrica o, più semplicemente, basterà dotarsi di misuratori dei consumi elettrici, congegni elettronici dotati di display che risultano sicuramente più pratici: basta collegarli tramite le normali prese elettriche all'apparecchio che vogliamo monitorare per sapere subito quanta energia consuma l’elettrodomestico.

Con il passare del tempo gli elettrodomestici si rovinano, si guastano, perdono di efficienza, causando a nostra insaputa una perdita di corrente che tenderà a far aumentare il costo della nostra bolletta; altre volte, sottovalutiamo consumi che ci sembrano innocui, come la lucina dello stand-by, che invece incide sul consumo di energia. Per evitare tutto ciò basta usare dei misuratori dei consumi elettrici che testeranno il loro consumo effettivo.

Misuratori dei consumi elettrici –  approfondimenti

Esistono vari tipi di misuratori dei consumi elettrici che permettono di visualizzare la potenza consumata istantanea, quella consumata nel tempo, oppure i valori della corrente elettrica assorbita così da far risultare più facile risparmiare energia e gestire l'utilizzo contemporaneo delle varie apparecchiature in uso per non incorrere in balck-out da sovraccarico.

Ci sono sistemi che memorizzano i dati e si possono collegare al PC, altri che permettono di visualizzare i dati registrati tramite applicazioni per smartphone anche quando si è fuori casa, ed i più completi che permettono di accendere a distanza a vari apparecchi. Vediamo insieme quali sono le soluzioni migliori per soddisfare le proprie esigenze.

Misuratori dei consumi elettrici – modelli per ogni esigenza

Per il controllo dei consumi domestici o di un negozio o ufficio, possiamo trovare dei misuratori dei consumi elettrici adatti a ciò, prodotti da varie aziende, come la Owl, la Ecodhome, o la Menoenergia.

Se invece cercate dei misuratori dei consumi elettrici più adatti a piccole aziende, hotel e ristoranti, o anche sistemi di controllo e gestione per impianti fotovoltaici, potreste trovare utile consultare siti di aziende come la 4noks o la Connet.

Misuratori dei consumi elettrici – soluzioni alternative

Per soluzioni più impegnative, con apparecchiature professionali che necessitano di essere installate e configurate da personale specializzato, ci si può rivolgere ad aziende come la Electrex.

Un'altra possibile soluzione è quella di farci installare (da un tecnico elettricista qualificato) un piccolo amperometro, che andrà posizionato al quadro elettrico principale così da poter visualizzare in ogni istante, l'assorbimento in tempo reale della corrente elettrica.

Viste le diverse tipologie di misuratori dei consumi elettrici esistenti, prima di procedere all'acquisto, è consigliabile riflettere bene sulle proprie necessità e controllare le varie caratteristiche e specifiche dei prodotti di differenti aziende, per valutare solo in un secondo momento il più idoneo.



Potrebbe interessarti anche