Gel che toglie la vernice

Ristrutturazione

Una svolta molto pratica e risparmia tempo nel campo dell’edilizia in generale e, perché no, anche per tutti gli appassionati del fai da te: è uscito di recente sul mercato il gel che toglie la vernice.

Gel rimuovi vernice: i segreti

Questo prodotto è sicuramente oggetto di interesse per tutte le persone del settore, ma vediamo di cosa si tratta: è uno strumento indispensabile per i professionisti del campo? Su quali superfici è possibile usarlo? Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi? Un aspetto fondamentale dell’utilizzo del gel che toglie la vernice è certamente l’uso corretto del prodotto ed eventuali controindicazioni, ma di questo tratteremo più avanti, facciamo ora l’elenco delle superfici adatte al prodotto.

Il gel che toglie la vernice è adatto per superfici in legno, quindi anche mobili, ferro, metallo e muro, su strati di vernice duri, anche di elevato spessore alla nitrocellulosa, oleosintetiche, sintetiche, poliestere e poliuretaniche, idropitture murali, plastici murali, stucchi, smalti a freddo e a muro, è anche adatto come sverniciatore specifico per il restauro. Uno vantaggio del gel che toglie la vernice è la consistenza in gel, che facilita l’applicazione della stesura non colando.

La stessa consistenza in gel però implica inevitabilmente anche uno svantaggio, e cioè che sulle superfici porose, quali legno e muro, viene assorbito più del dovuto e quindi c’è un consumo (spreco) maggiore del prodotto. Passiamo ora alle componenti del prodotto.

Gel che toglie la vernice - Caratteristiche chimiche composizione

Miscela calibrata di tensioattivi, solventi stabilizzati, sequestranti, anticorrosivi, imbibenti.
TEMPERATURA DI ACCENSIONE: 605 °C PUNTO
DI INFIAMMABILITA' : n.a.
DENSITA': 1,263
Ph: neutro
SOLUBILITA': In acqua parziale 2% in peso

Gel che toglie la vernice - Reazioni pericolose

Con soluzioni alcaline, acidi forti, ossidanti forti e il gel che toglie la vernice.

Queste sono le componenti chimiche base di un prodotto in gel che toglie la vernice. E’ possibile che cambino di marca in marca, per tanto vi invitiamo a leggere attentamente tutte le componenti e le loro controindicazioni, per un uso sicuro ed ottimizzato.

C’e da dire che l’uso dei tensioattivi ad esempio (che è uno dei componenti chimici presenti nel gel che toglie la vernice) è impiegato nella cosmetologia. Molti dei saponi che usiamo contengono agenti chimici tensioattivi, è quindi una componente chimica già molto presente nei nostri usi quotidiani, tuttavia, ci sentiamo doverosi di aggiungere anche che, i tensioattivi presenti anche nei detergenti e nei detersivi non sono altro che sostanze chimiche tossiche.

Nella sezione “reazioni pericolose” sono indicate le sostanze di cui assolutamente non bisogna diluire il gel che toglie la vernice. Per una durata maggiore del prodotto si può provare, secondo il tipo di superficie, a diluire con acqua. Si può provare la diluizione con acqua su superfici porose quali legno e muro per ottimizzare la durata del gel che toglie la vernice.



Potrebbe interessarti anche