Controsoffitti - Metodologie e Criteri

Ristrutturazione

Scegliere i controsoffitti ideali per la nostra abitazione non è impresa facile, dovendo calcolare diversi fattori. Per questo motivo abbiamo deciso di inserire nel portale una guida su cosa è meglio scegliere per la propria casa e le proprie esigenze.

Controsoffitti: criteri

Di tipi di controsoffitti ce ne sono molti, e ognuno può cambiare radicalmente l'aspetto della vostra abitazione. Per questo andiamo a trattare in maniera più accurata le varie tipologie e i loro vantaggi e svantaggi. Un motivo valido per scegliere di installare dei controsoffitti è senza dubbio quello di cercare di attutire i rumori, i suoni provenienti da un locale soprastante. Non sempre è possibili costruire controsoffitti in ogni locali; devono comunque essere rispettate le norme edilizie.

Se avete tutto a norma e volete costruire un controsoffitto nella vostra casa, ecco una piccola spiegazione che vi dia l’idea del tempo e dei lavori che bisogna fare all’interno del vostro locale. Per isolare i rumori provenienti dall’alto, si costruisce un controsoffitto formato da lastre di cartongesso che vengono poi stabilite su una struttura di lastrelli di legno.

Per ottenere un isolamento acustico in tutto il locale, basterà costruire dei controsoffitti con pannelli in fibre di vetro fissati al solaio e del feltro in fibre di vetro invece steso sul controsoffitto. Tra i due strati formati, si lascia uno spazio vuoto di 5 centimetri.

I controsoffitti, come spiega in modo esauriente PR Controsoffitti, possono essere costruiti in qualsiasi materiale: compensato, paniforti o altri materiali simili, e per nascondere le giunture invece lo si ricopre con della tappezzeria.  Se l’altezza del locale è la minima consentita dal regolamento edilizio potreste optare per dei controsoffitti con grigliato.

Studiati proprio per queste situazioni, esistono degli elementi in conglomerato di legno indeformabile, sia in plastico che in metallo che possono essere usati per tale scopo. Se i controsoffitti in grigliata sono stati costruiti nel vostro locale non solo per isolare i rumori ma per nascondere tubazioni o altro, per cercare di nasconderli in modo che non si vedano attraverso le celle del grigliato, sarebbe meglio tinteggiare i controsoffitti con colori scuri.

Se si vuole una luce diretta nel locale allora, nei pannelli del controsoffitto costituiti da celle più o meno strette, si possono inserire dei faretti luminosi, di buon impatto estetico e perfetti per il nostro fine. Se invece la luce che volete è quella diffusa, verrà messo nel soffitto vecchio un tubo fluorescente che verrà tinteggiato di bianco in modo da favorire l’illuminazione.

Per visualizzare esempi e prodotti è consigliato dare un'occhiata alla Eurotech Srl , azienda leader del settore. Tra i vari tipi di controsoffitti, esistono anche quelli “luminosi” che vengono realizzati con lastre di vetro opalescenti o con materiali particolari come ad esempio il perspex dove, vengono messi sopra alle piastre, tubi fluorescenti in modo che la luce diventi più suggestiva e piacevole.

Controsoffitti - Cartongesso:

La flessibilità del prodotto consente di eseguire delle pareti divisorie in piano, controparti, controsoffitti e altri di ogni genere, che si integrano con elementi decorativi in gesso. Il cartongesso è un prodotto in lastre formato da uno strato di gesso di cava racchiuso tra due fogli di cartone resistente e aderente. Il cartongesso è composto da elementi naturali che lo rendono un prodotto ecologico.

Le lastre di cartongesso sono create per soddisfare qualsiasi soluzione e, possono essere standard per delle realizzazioni normali, flessibili per realizzazioni di superfici curve, antifuoco, idrofugo che hanno un elevata resistenza sia al vapore acqueo che all’ umidità, fonoisolante o ad alta resistenza termica che insieme a pannelli isolanti in fibre, creano delle controparti di tamponamento ideali per risolvere i problemi di umidità e condensa, migliorando anche le condizioni climatiche dell’ambiente.

Le lastre del cartongesso sono fissate ad una struttura metallica in lamiera di acciaio zincato, attraverso viti autofilettanti. Nel caso invece delle controparti, queste vengono fissate con colla e tasselli nella parete esistente e le giunzioni, vengono sigillate con stucco e banda.
Le pareti del cartongesso sono formate da un’orditura di profili in acciaio zincato dove al telaio vengono fissate delle lastre con interno gesso robusto rivestito a sua volta da cartone a d’ alta resistenza meccanica.



Potrebbe interessarti anche