Contributi per disabili

Ristrutturazione

Fino al 31 dicembre 2012, salvo proroghe, è possibile fruire dei contributi per disabili per la detrazione Irpef del 36% sulle spese di ristrutturazione. La legge n.13 del lontano 1989 ha introdotto la possibilità di richiedere contributi per l’ eliminazione della barriere architettoniche negli edifici privati. Tale legge concede infatti contributi per disabili per interventi atti al superamento delle barriere architettoniche su immobili privati già esistenti ove risiedono portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti.

Come ottenere i contributi per disabili

A chi va fatta la domanda di contributo ? Cosa occorre allegare ? Per quali opere vengono concessi contributi per disabili ? Quali sono i tempi ed entità dei contributi ? Al fine di riuscire a sfruttare tali contributi vi forniamo questa breve guida con la speranza di poter esser d’ aiuto.

Contributi per disabili : domanda e allegati

Occorre allegare una descrizione sommaria delle opere e delle spese previste; un certificato medico che attesti l’ handicap del richiedente, in cui vengano indicato le patologie e le connesse obiettive difficoltà del disabile.

Se il richiedente è riconosciuto invalido totale dall’ ASL, avrà precedenza nell’ assegnazione dei contributi per disabili, e qual’ ora voglia avvalersi di questo diritto deve allegare la certificazione ASL alla relativa domanda.

Contributi per disabili : concessioni, entità e tempi dei contributi

I contributi possono essere concessi per opere da realizzare su parti comuni di un edificio (per esempio una rampa di scale), o porzioni degli stessi, come può essere un appartamento, o la ristrutturazione di determinati locali.

I finanziamenti sono differenziati a seconda della spesa prevista, ed il contributo per disabili previsto dalla legge 13/89 è anche cumulabile con altri contributi, purchè l’ importo complessivo non superi la spesa effettivamente sostenuta.

Subito dopo la presentazione della domanda l’ amministrazione comunale deve effettuare un immediato accertamento riguardante l’ ammissibilità della domanda. L’ erogazione dei contributi per disabili avviene dopo il termine dei lavori e in base alle fatture debitamente quietanzate. E’ importante sapere che comunque le domande non soddisfatte nell’ anno per insufficienza di fondi restano comunque valide per gli anni successivi.



Potrebbe interessarti anche