Coibentazione tetto

Ristrutturazione

Hai una bolletta del riscaldamento troppo salata? Utilizzi molto gas per riscaldare la tua casa? Vorresti evitare la dispersione di calore nella tua abitazione? Tra le varie soluzioni che hai per risparmiare, hai quella della coibentazione del tetto che tra l'altro, permette anche di accedere alla detrazione fiscale del 55%.

Come realizzare una coibentazione del tetto

L'articolo seguente ci spiega cosa è la coibentazione e quali sono i suoi vantaggi, cosa significa coibentare un tetto e quali sono le tecniche e i materiali che si possono utilizzare.

Coibentazione tetto : perché coibentare

Coibentare un tetto significa isolarlo termicamente, cioè mettere in atto una serie di operazioni che permettano la minor dispersione di calore possibile e quindi la conservazione del calore stesso all'interno della casa. Non tutti sanno che un quarto del calore di un'abitazione non isolata in modo adeguato viene disperso proprio attraverso il tetto, quindi è molto importante isolarlo bene, soprattutto perché evitare dispersioni di calore, significa risparmiare sulle spese di riscaldamento.

Inoltre, la coibentazione del tetto rientra in quella serie di interventi di ristrutturazione della casa, che danno la possibilità di usufruire della detrazione fiscale del 55%, come stabilito dal Decreto del 19 febbraio 2007.

Coibentazione tetto : le tecniche

La coibentazione del tetto può essere effettuata in due modalità: o sulle falde del tetto stesso o nel sottotetto. Se si vuole intervenire sulle falde, è possibile applicare, sulla parete interna, uno strato di fibre di vetro incollato su un foglio di carta kraft (un tipo di carta dotata di particolare resistenza). Il tutto deve avere uno spessore di circa 6-10 cm.

Se invece, vogliamo intervenire sul sottotetto, abbiamo a disposizione diverse possibilità. Possiamo procedere all'applicazione di un materiale granulare, o di un tappeto di fibra minerale, o di un pannello di polistirolo espanso o di una fibra di vetro sciolta.Nel caso in cui il tetto fosse piano, e quindi non c'è il solaio, è necessario applicare al soffittodei dei pannelli di cartongesso contenenti uno strato isolante attaccati al soffitto per mezzo di travetti. I materiali isolanti, sostanzialmente possono essere di due tipi: naturali (legno, lana, sughero, ecc..) e sintetici (guaine, resine, ecc...).

Per maggiori approfondimenti sulla coibentazione del tetto e delle pareti, è possibile consultare direttamente il sito di Palma Impresa Edile, un'azienda specializzata in questo tipo di interventi.

Coibentazione tetto : vantaggi

La coibentazione del tetto è un'operazione che, a differenza di muri e pareti, può essere effettuata anche in una fase successiva alla sua costruzione. Inoltre è un intervento che, se riguarda ad esempio un condominio, ha un costo che va ripartito tra le diverse unità abitative che compongono il condominio stesso.

Come abbiamo già detto, comporta dei notevoli vantaggi, soprattutto economici: evitare la dispersione di calore significa dover utilizzare meno riscaldamenti in casa e quindi risparmiare sulla bolletta del gas, un altro vantaggio è la possibilità di usufruire della detrazione fiscale del 55%.



Potrebbe interessarti anche