Lampada a risparmio energetico

Consumi Energetici

Sempre più spesso ci troviamo a fare i conti con le bollette per l’energia elettrica. Pur cercando di stare attenti all’utilizzo di luci ed elettrodomestici sembra proprio che il consumo non voglia scendere. Spesso però non ci rendiamo conto che con qualche piccolo accorgimento in più la soluzione  è davanti ai nostri occhi, in particolare nel caso dell’illuminazione dei nostri ambienti.

Lampada a risparmio energetico

Possiamo abbattere i costi della nostra bolletta elettrica grazie alla lampada a risparmio energetico, che ci permetterà di diminuire i consumi dell’energia elettrica e nello stesso tempo aiutare il nostro pianeta poiché decisiva sarà la diminuzione dell’emissione di Co2. La normativa europea ci viene in aiuto perché ha stabilito che entro il 2016 le lampade classiche a incandescenza dovranno sparire. Pian piano utilizzeremo solo lampade a risparmio energetico, le alogene ad alta efficienza o le lampade a Led.

Lampada a risparmio energetico – Caratteristiche

La lampada a risparmio energetico abbatte decisamente i costi dell’energia elettrica. Infatti una lampada a risparmio energetico ci permette di risparmiare circa l’80% in più rispetto alla normale lampada che utilizziamo quotidianamente. Per quanto riguarda l’emissione di luce bisogna dire che effettivamente la lampada a risparmio energetico non dà la stessa luce morbida e intensa delle lampade incandescenti, ma la ricerca va avanti e molte aziende del settore sono pronte a mettere alla prova l’intensità di luce emanata dalla loro lampada a risparmio energetico con una lampada vecchio modello, come l’azienda italiana Elektrolamp.

Oltre a questo bisogna dire che il tipo di luce emanato dalla lampada a risparmio energetico è meno morbida e intensa, ma comunque adatta a molti ambienti dalla casa, dell’ufficio, del garage, della cantina e anche fuori in giardino. La lampada a risparmio energetico può funzionare continuamente con minimi consumi, anzi bisogna sapere che con meno accensioni e con meno spegnimenti dura di più e consuma meno.

Per ambienti, o parti di essi, dove occorre una luce più direzionale e una luminosità elevata, la lampada a risparmio energetico fluorescente non è adatta, al suo posto è preferibile utilizzare una lampada a risparmio energetico alogena ad alta efficienza. La lampada a risparmio energetico rispetto alla normale lampadina dona anche meno calore, questo perché nella vecchia lampada solo il 5% dell’energia utilizzata diventa luce, il resto si trasforma in calore.

Una lampada a risparmio energetico costa però molto di più della normale lampada incandescente, ma a parità di illuminazione dura almeno 10 volte di più, quindi il guadagno è nel consumo elettrico e nella durata dell’acquisto.

Lampada a risparmio energetico - Precisazioni

La lampada a risparmio energetico contiene mercurio e quindi al momento dello smaltimento deve essere smaltita con appositi sistemi. La lampada a risparmio energetico non va quindi gettata insieme al vetro, ma consegnata al rivenditore o all’apposito centro di riciclaggio. Se per caso la vostra lampada a risparmio energetico si rompe sarà bene non toccare a mani nude i frammetti e alla fuoriuscita del mercurio è necessario ventilare il locale per almeno 30 minuti.

Per quanto riguarda la questione delle onde elettromagnetiche in una lampada a risparmio energetico sono sempre meno, ma sono comunque presenti quindi è bene tenere la lampada a risparmio energetico fluorescente lontana dalla testa.



Potrebbe interessarti anche