Sostituzione Mutuo

Mutui

La sostituzione del finanziamento in corso può certamente apparire auspicabile, specialmente quando i tassi d'interesse dei nuovi mutui sono decisamente più bassi. Ma è davvero tutto oro quello che luccica? Prima di mettersi in moto per avviare la sostituzione mutuo è bene fare qualche conto ed informarsi per bene in modo tale da non cadere in qualche errore di valutazione. La motivazione di una richiesta di sostituzione mutuo  può nascere dalla necessità di liquidità aggiuntiva o dal bisogno...

Come sostituire un mutuo

Di abbassare le rate, esigenze ovviamente più predominanti rispetto alla semplice ricerca di maggior risparmio. La sostituzione del mutuo è la procedura con la quale si ha un'estinzione del mutuo originario con l'apertura di un nuovo debito a favore della nuova banca. L’obiettivo della sostituzione è quello di accedere a condizioni migliori e quindi di abbassare l’importo della rata. A differenza della rinegoziazione e della surrogazione, con la sostituzione mutuo si accende un finanziamento completamente nuovo. I costi e le spese sono nettamente maggiori rispetto alla rinegoziazione o alla surrogazione, ma il risparmio a lungo termine può risultare decisamente consistente.

Sostituzione Mutuo - Risparmio

Nella ricerca di maggior risparmio l'effetto del tasso d'interesse è decisamente molto importante, ma bisogna tener sempre presente che esso agisce sul capitale residuo e solo per il periodo rimanente. Quindi non è detto che convenga sempre sostituire il vecchio finanziamento.

Ricordiamo che la sostituzione mutuo implica sempre la presenza di un notaio e le spese non sono proporzionali all'importo del mutuo richiesto, in questo modo incidendo maggiormente sulle cifre più piccole. Affinché l'operazione sia vantaggiosa è necessario che il risparmio prodotto dalla riduzione del tasso di interesse sia maggiore delle spese di sostituzione.

Un modo per aggirare i costi di sostituzione mutuo è quello di sfruttare la normativa sulla portabilità del mutuo, la surrogazione. In questo modo sarà possibile sostituire il mutuo annullando i costi dell'operazione e del notaio. Bisogna però tener presente che il tasso applicato ai mutui di surrogazione è spesso un pò più alto di quello utilizzato per la sostituzione classica. In questo modo si consente alla banca di compensare i costi dell'operazione posti interamente a suo carico dalla Legge.

Sostituzione Mutuo – Per ridurre la rata

Spesso dopo aver contratto un finanziamento per necessità seguenti si avrà bisogno di una sostituzione mutuo per distribuire il rimborso su un periodo più lungo di tempo. Questa riduzione della rate mensile può venire in aiuto in dei momenti finanziari non troppo brillanti. E' pur vero però che fare ricorso alla sostituzione mutuo per abbassare la rata mensile rappresenta un aumento della spesa globale alle volte piuttosto cospicuo.

Anche per questo caso è bene tener presente che si può avere una riduzione della rata mensile anche tramite la rinegoziazione o la surroga con grandi risparmi sulle spese di gestione dell'operazione. La società finanziaria Mutuo Sostituzione.it permette di calcolare direttamente on-line la nuova rata più bassa.

Sostituzione Mutuo – Per aumentare il mutuo

La sostituzione mutuo in questo caso nasce spesso dalla necessità di avere una maggior disponibilità di liquidità che prima nel momento del contratto non si era valutata attentamente o perché il bisogno  è sopraggiunto inseguito.

Spesso è preferibile unire il vecchio debito con il nuovo generando in questo modo un unico debito di durata più lunga così da mantenere le rate mensile entro accettabili livelli d'importo. Altre volte capita che è la banca che concede il nuovo finanziamento, se diversa dalla precedente, a pretendere la sostituzione del vecchio debito e la conseguente cancellazione dell'ipoteca esistente, per poter così iscrivere la propria in primo grado.

C'è sempre la possibilità di sfruttare la portabilità dei mutui. Infatti è possibile in quest'ultimo caso ottenere la liquidità aggiuntiva scegliendo l'operazione di surroga abbinata al rilascio da parte della stessa banca di un mutuo complementare per liquidità. Spesso i costi correlati al secondo mutuo incidono quasi tanto quelli che si sosterrebbero rinunciando alla surroga, per questo è sempre il caso di verificare l'alternativa classica che solitamente ha tassi inferiori.



Potrebbe interessarti anche

Approfondimenti