fbpx
16
Mar, Ago

Materiale Edile

L'intonaco per esterno, forse a volte sottovalutato e quasi mai preso in considerazione quando si sceglie la propria casa, è invece importantissimo e svolge per l'abitazione una duplice funzione: estetica e protettiva. Se da un lato dà colore alla casa, definendone in qualche modo il carattere, spiccando o armonizzandosi con gli altri esterni della zona, dall'altra funge da barriera protettiva verso possibili incursioni esterne da parte dell'acqua, fonte principale di macchie e umidità sui muri.

Intonaco tradizionale oppure intonaci premiscelati poco importa, l'importante è che sia specifico per gli esterni

In questo articolo ci concentreremo sul rivestimento dell'outdoor, cercando di capire com'è fatto, le varie tipologie esistenti e in che modo i diversi elementi che contiene possono conferirgli caratteristiche specifiche per le diverse soluzioni. Faremo una panoramica completa che può aiutare in fase di ristrutturazione per decidere quale prodotto utilizzare.

Intonaco per esterno: cos'è

Scegliere il tipo di intonaco adatto alle esigenze del muro che deve essere rivestito non è facile, negozi e grossisti, così come il Web, sono pieni di tipologie differenti di intonaco per esterno. Per questo, prima di procedere con l'acquisto è bene conoscere il prodotto.

L'intonaco è il più classico rivestimento murario, una speciale malta formata da almeno il 50% di materiali inerti, sabbia ad esempio, il restante è un agente legante, come ad esempio la calce o la calce idraulica, il gesso ma anche altri leganti industriali. Dovendo essere un rivestimento specifico per esterni, quindi, a contatto diretto con gli agenti atmosferici e nello specifico con la pioggia, l'agente legante deve essere in grado di proteggere dalle incursioni esterne e al contempo deve permettere alle pareti di respirare così da evitare la formazione della condensa. 

Diverse caratteristiche in base agli elementi della miscela

Per poter scegliere l'intonaco per esterno più adatto alla nostra parete (prendendo in considerazione sia la tipologia di muro che la sua posizione in relazione agli agenti atmosferici), occorre valutare le diverse miscele, ognuna delle quali garantirà un certo tipo di resistenza e di aderenza.

  • la malta contenente calce idraulica a base di argilla è in grado di offrire una discreta protezione contro gli sbalzi termici, l'intonaco è sufficientemente traspirante e ha una buona aderenza alle pareti esterne;
  • la malta contenente calce idraulica e pozzolana rappresenta la soluzione ideale per pareti particolarmente esposte alla pioggia, la pozzolana, infatti, è in grado di aumentare la resistenza dell’intonaco per esterni all’acqua e all’umidità;
  • la malta contenente calce idraulica e cemento è un intonaco per esterno molto versatile, si adatta perfettamente alla muratura e inoltre garantisce un’ottima protezione dagli sbalzi termici, l'acqua e la formazione di condense.

Infine, chi vuole evitare i ponti acustici, può utilizzare una malta a base di gesso.

Tipi di intonaco per esterno

Dopo aver valutato la miscela, occorre prendere in esame le diverse tipologie di intonaco per esterno che si possono trovare in commercio perché ognuna può apportare diversi benefici all'edificio che andrà rivestito:

  • intonaco termoisolante per esterni, perfetto contro il freddo per le abitazioni non isolate;
  • intonaco ignifugo per esterni, perfetto come protezione contro il fuoco;
  • intonaco fibrorinforzato per esterni, usato per ripristinare gli intonaci che hanno una tendenza bassa al ritiro;
  • intonaco rasante per esterni, per avere muri perfettamente lisci;
  • intonaco ruvido per esterni, per aver muri con una finitura grezza;
  • intonaco plastico per esterni, utili per avere un muro decorato.

Qualche consiglio

In base al tipo di miscela, abbiamo deciso di consigliarvi qualche prodotto.Tra gli intonaci a base di cemento vi consigliamo KP3 di Fassa Bartolo, una malta secca composta da calce idratata, cemento Portland, perlite, sabbie classificate ed additivi specifici per migliorare la lavorazione e l'adesione.

Tra gli intonaci a base gesso abbiamo trovato MP3 di Knauf Italia, un intonaco di fondo premiscelato a base gesso/calce/perlite, a granulometria 0,8 mm capace di assicurare un’ottima resa con il minimo spreco di materiale, elevata resistenza agli urti e alle abrasioni, una protezione contro i rumori, gli sbalzi termici e contro gli incendi.

Tra gli intonaci a base di calce idraulica consigliamo MAPEWALL INTONACO di Mapei, un intonaco di fondo traspirante a base di calce idraulica naturale, perfetto sia per gli esterni che per gli interni, da applicare sia a cazzuola sia con intonacatrice.



Potrebbe interessarti anche