Energia Fotovoltaica

Negli ultimi anni è molto in voga parlare di energie rinnovabili e impianti fotovoltaici da installare nelle proprie abitazioni. Qualche anno fa era un discorso ancora difficile da comprendere ed era credenza comune che acquistare un impianto fotovoltaico da immettere in casa fosse un'operazione costosa e solo per pochi clienti. Negli ultimi anni invece, anche grazie agli incentivi statali e alla sempre maggiore importanza data al rispetto ambientale e al fattore economico di ogni abitazione si comincia a parlarne sempre con maggiore insistenza.

Leggi tutto quello che devi sapere sugli impianti fotovoltaici

Infatti rendere le nostre case più appetibili e valutate nel mercato immobiliare e abbassare drasticamente l’impatto ambientale che le nostre abitazioni hanno su quel che ci circonda è possibile grazie all'installazione di impianti fotovoltaici e, più in generale, di lavori di ristrutturazione atti a rendere la nostra abitazione più eco-sostenibile.

Bisogna ammettere che l’Italia non è sicuramente uno dei paesi più all’avanguardia nel settore degli impianti fotovoltaici, ma negli ultimi anni tramite normative e agevolazioni statali stiamo riuscendo a colmare il gap con le altre potenze energetiche europee e mondiali. Si può iniziare a parlare di pannelli solari ed impianti fotovoltaici praticamente da 50 anni a questa parte, cioè da quando cominciò l’espansione di questa nuova e stimolante tecnologia ancora futuristica e di difficile comprensione, in grado di sfruttare la luce solare come fonte di energia. Ma in realtà il vero inizio dell’era eco-sostenibile si può indicare nel 1997, quando i paesi più industrializzati del mondo si riunirono e sottoscrissero il famoso trattato di Kioto con cui si prefiggevano l’obbligo di ridurre, entro il 2012, le emissioni degli elementi più inquinanti e nocivi del 5,2%.

E' per questo che gli impianti fotovoltaici, come spiegato dettagliatamente dagli esperti del settore di Ecorete, sono una scommessa per il futuro di tutti. Ma andiamo a spiegare più dettagliatamente in che cosa consistono i pannelli solari tramite i quali è possibile realizzare impianti fotovoltaici.

Innanzitutto un impianto fotovoltaico è costituito da moduli fotovoltaici, costituiti a loro volta da delle celle fotovoltaiche. Questa struttura sarà posizionata a seconda dell’irraggiamento solare in modo da avere la maggiore luminosità possibile per il maggior numero di ore giornaliere, rendendo perciò al meglio possibile. Ecco perché ovviamente i pannelli solari vengono innestati sempre rivolti verso sud, sud-ovest o sud-est in modo da percepire il maggior numero di ore di energia solare possibili.

Le celle fotovoltaiche, che sono praticamente la base del nostro impianto, si basano su una tecnologia innovativa che sfrutta le peculiarità del Silicio. Infatti queste celle producono energia elettrica ogni qualvolta vengono colpite da un raggio solare, e si dividono in tre categorie, come spiegato dal Portale del Sole:

Impianti fotovoltaici - Celle Monocristalline

Questo tipo di celle assicura un alto rendimento energetico per i vostri impianti fotovoltaici e si basa su piccole parti di silicio solido estratto preventivamente dal silicio liquido che assorbono energia solare.

Impianti fotovoltaici - Celle Policristalline

Praticamente si basa sulla stessa idea dei pannelli solari monocristallini ma sono meno remunerativi dei primi, anche se non in maniera esagerata.

Impianti fotovoltaici - Celle a film sottile

Sono forse le meno utilizzate ma sono anche le più economiche possibili da utilizzare per i vostri Impianti fotovoltaici. In questo caso gli atomi di silicio vengono posizionati su lastre molto sottili di vetro particolare.

E’ importante però, prima di continuare, chiarire i diversi tipi di pannelli solari presenti attualmente sul mercato. Infatti è possibile suddividerli in:

Pannelli solari Fotovoltaici

Questo tipo di Impianti fotovoltaici basa la sua produttività sullo sfruttamento dell'energia solare trasformata in energia elettrica. Questo è possibile usufruendo di celle solari che convertono direttamente la luce solare in nergia sfruttabile tramite un effetto fotovoltaico. Le celle sopracitate sono per lo più di colore nero o blu scuro, ottime colorazioni per attirare luce solare, e variano in grandezze che vanno dai 4 ai 6/7 pollici...

Pannelli solari Termodinamici

Questo tipo di impianti sfrutta l'energia solare per riscaldare liquidi immessi in appositi serbatoi, ma al contrario dei normali sistemi termici, con questa tipologia si è in grado di raggiungere temperature molto più elevate, fino ad un massimo circa di 600 gradi centigradi contro i 90/95 gradi centigradi dei cugini termici, ed è perciò consigliato non per le abitazioni ma per usi industriali e comunque non civili...

Pannelli solari Termici

Sono impianti simili agli Impianti fotovoltaici ma vengono utilizzati per un fine diverso dai fotovoltaici. Infatti questi pannelli solari termici sfruttano l'energia solare per surriscaldare dei liquidi, e in particolar modo l'acqua, così da essere poi utilizzata per gli usi domestici. Gli impianti sono composti da un pannello solare per la ricezione di energia solare, uno scambiatore dove circola il liquido e un serbatoio dove immagazzinarlo...

Le nuove normative vigenti da qualche anno hanno reso molto più facile la realizzazione di impianti fotovoltaici dato che lo stato assicura delle agevolazioni sia dal punto di vista della realizzazione dell’impianto, tramite degli accordi fatti con molteplici banche presenti sul territorio, sia tramite il pagamento dell’energia in surplus che andremo a produrre autonomamente e rivenderemo perciò allo stato, o sfrutteremo in maniera più interessante direttamente nelle nostre case, utilizzando condizionatori o altro per riscaldare o raffreddare l'ambiente.

Gli accordi con le banche funzionano molto semplicemente, come spiegato sul Conto energia: il cliente che vuole installare degli Impianti fotovoltaici nella propria abitazione ha la possibilità di avere l’intera spesa pagata interamente dalla banca, che poi aprirà un nuovo conto personale al cliente dove andranno tutti i ricavati che di mese in mese avremo dal nostro impianto, e da cui la banca stessa preleverà ogni mese una quota fino a giungere all’ammontare iniziale della spesa. In seguito, avendo estinto il debito con la banca, rimarrà solamente il conto, fino a quel punto inaccessibile al cliente, da dove potremo prelevare il nostro denaro ricavato dall’energia prodotta tramite gli Impianti fotovoltaicii. L’energia prodotta in eccesso dal nostro impianto può essere utilizzata per diminuire le spese casalinghe (ad esempio installando climatizzatori in casa in modo da abbassare le spese) oppure per essere venduta direttamente al gestore del sistema elettrico. Lo stato inoltre alza il compenso per gli utenti che installeranno degli Impianti fotovoltaici direttamente sulla struttura dell’abitazione. Infatti gli Impianti fotovoltaici possono essere integrati, semi-integrati o non integrati alla struttura. Questo significa che lo stato spinge l’utente a innestare Impianti fotovoltaici direttamente nella struttura della casa e non solo poggiato sul tetto o in qualunque altro posto, come spiegato molto più dettagliatamente da Pienosole, cosi da rendere anche l'abitazione stessa più valutata nel tempo.

In generale per i normali clienti che vogliono innestare Impianti fotovoltaici nella propria abitazione si decide di realizzare impianti che vanno dai 3 ai 6/9 KiloWatt, cioè il fabbisogno medio di una casa con 3/4 abitanti. Certo questo varia molto dall’utilizzo che ogni singola famiglia fa dell’energia elettrica, la grandezza dell’abitazione e molte altre variabili.

Scelta la soluzione più adeguata per i nostri bisogni avremo la possibilità di tenere costantemente sotto controllo il rendimento dei nostri Impianti fotovoltaici, quanta energia ricaviamo e quanta ne utilizziamo tutto tramite il contatore apposito che verrà installato vicino al normale contatore di casa e che sarà collegato direttamente ai pannelli solari.

Parlando di prezzi è difficile dare un indirizzo preciso perché ci sono da valutare molti aspetti e variabili diverse in ogni situazione, ma la spesa generale può essere inserita tra i 10.000 e i 30.000 euro, a seconda della grandezza degli Impianti fotovoltaici, alla posizione, ai materiali utilizzati e molte altre circostanze. Va sempre tenuto in considerazione il fatto che tutta la spesa può essere ammortizzata del tutto tramite gli incentivi statali e gli accordi con le banche.

Per rimanere sempre aggiornato seguici sulla nostra pagina Facebook.



Potrebbe interessarti anche