Arredamento Casa

La luce in casa, oltre a sottolineare e ad esaltare i materiali, arreda. La diversità delle fonti di luce per la tua casa è particolarmente importante. Dovendo adattarsi a tutti gli stili e tutte le forme di arredamento i punti luce devono rispondere alle tue esigenze e ai tuoi desideri, tanto quanto alla struttura architettonica della casa, alla sua luce naturale. L'illuminazione d'interni richiede attenzioni specifiche per ciascuna stanza. Una luminosità ben progettata e adattata alle tue esigenze migliora chiaramente la percezione del tuo interno e la tua sensazione di benessere. A seconda del loro posizionamento, le fonti di luce possono dare l'impressione di uno spazio più ampio, accentuando alcuni contrasti o cancellandone altri. Un punto particolarmente da tenere in considerazione riguarda il colore della luce, misurato in Kelvin.

Ad ogni ambiente il suo punto luce

In media, percepiamo l'80% delle informazioni sensoriali dal nostro ambiente attraverso la vista. Un'illuminazione esterna o interna di qualità contribuisce in modo significativo al nostro benessere. La luce naturale, la luce del sole, influenza notevolmente il nostro umore: blocca la sintesi della melatonina, conosciuta anche come "ormone del sonno" che svolge una sorta di ruolo di "regolatore" del nostro orologio biologico. Una luce debole durante il giorno attiva quindi la produzione di melatonina e provoca: affaticamento, ipersonnia, ma anche ansia e depressione.

Come creare l'atmosfera in casa

Durante la stagione invernale, l'essere umano è particolarmente influenzato da questi fenomeni, una perdita di tono dovuta alla mancanza di luce. Tuttavia, non si può pretendere di passare tutto il proprio tempo fuori a godere di un sole splendente. Quindi, cosa possiamo fare? Basterebbe scegliere le lampadine giuste, metterle nei posti giusti, organizzando i propri mobili con abilità e scegliendo i colori appropriati.

Un concetto di illuminazione completo per la tua casa comprende luci sia dirette che indirette. Oltre ad una luce principale che fornisce chiarezza uniforme alle stanze, occorre prendere in considerazione alcune fonti di luce che si concentrano su punti che necessitano di essere messi in evidenza o che richiedono un'elevata luminosità, ad esempio un angolo di lettura nel tuo salotto. Ci sono molti modi per portare il sole in casa!

La necessità d'illuminazione varia a seconda della stanza

La scelta dell'illuminazione d'interni è influenzata da diversi fattori, dall'atmosfera che si desidera dare ad una stanza, dalla decorazione in cui deve essere installata o dal tipo di luce che si preferisce. Una stanza può essere illuminata da una luce diretta, indiretta, diffusa, filtrata, a sospensione, lampade da tavolo, da terra, faretti, strisce luminose, applique, ecc.

Vediamo stanza per stanza come comportarsi:

  • Il soggiorno

Il soggiorno o salotto, è uno di quegli ambienti in cui passiamo la maggior parte del nostro tempo quando siamo a casa. È la zona living, dove ci rilassiamo a fine giornata o dove riceviamo gli ospiti. L’illuminazione qui è bene che sia indiretta, morbida, per creare un’atmosfera di relax. 

È importante, quindi, scegliere prodotti flessibili in grado di soddisfare i diversi usi di questa stanza. Meglio optare per più fonti di luce, combinando l'illuminazione diretta e indiretta. È possibile utilizzare una sospensione che illumini il tavolino, così come applique, lampade da terra, anche per mettere in risalto un quadro o un oggetto d'arredo. In serata, davanti alla TV, preferisci luci indirette, come applique o lampade da tavolo. 

  • La sala da pranzo

La sala da pranzo è un ambiente della casa che serve anche a coccolare e va illuminata con precisione. Per questa stanza dai molteplici usi (di solito non è solo il luogo in cui mangiamo, ma ci viviamo, ci giochiamo), è necessario optare per un'illuminazione adeguata, che crei un'atmosfera e un clima di convivialità. Per soddisfare le esigenze di adulti e bambini, è importante scegliere prodotti flessibili. La lampada a sospensione, centrata sopra il tavolo da pranzo, resta la soluzione ideale. Oltretutto, oggi, questo elemento funge da oggetto decorativo con molte varianti. 

  • La cucina

Quando si sceglie un'illuminazione per la cucina bisogna fare attenzione ad avere una buona luce sul piano di lavoro per cucinare in modo sicuro. In cucina la praticità è d'obbligo e per l'illuminazione generale, è preferibile utilizzare una lampada a sospensione centrata che garantisca l'illuminazione dello spazio, oppure utilizzare strisce luminose o punti luce collocati sotto mobili alti, per esempio.

La sospensione può essere installata sopra il tavolo da pranzo regolandone l'altezza a seconda che tu voglia illuminare un punto specifico, come la superficie di lavoro o uno spazio più grande.

L'installazione di faretti, a incasso o a sporgenza, sotto pensili alti e altri armadietti, permette di creare un'atmosfera molto luminosa e garantisce massimo agio per lavorare. Scegligli fissi o orientabili, per evidenziare un oggetto o illuminare un mobile, e non esitare a montarne diversi, eviti le aree di oscurità e ottieni una luce omogenea nel locale.

  • Il bagno

Il bagno richiede illuminazione più tecnica e funzionale e prestazioni di qualità. L'illuminazione principale dovrebbe essere morbida e associata ad una sorgente di luce molto efficace sul piano lavabo e la zona toeletta. L'ideale sarebbe una plafoniera, non troppo potente, che ha anche il vantaggio di essere poco ingombrante. Evitare di posizionare la sorgente di luce sopra lo specchio in quanto crea ombre. Posiziona faretti o applique a luce calda,  su ciascun lato dello specchio che ti impediranno di rimanere abbagliato al mattino e consentono la buona riuscita della rasatura e del trucco. A corredo di una vasca freestanding si può inserire una luce a sospensione per creare un impatto scenografico che unisca benessere, comfort ed estetica.

  • La camera da letto

La camera da letto è il cuore intimo della casa, un ambiente che non richiede una grande illuminazione, piuttosto è meglio inserire diversi punti luce da utilizzare al bisogno. Fondamentali sono sempre le lampade per i comodini che possono essere, da tavolo, applique o a sospensione; ve ne sono di materiali differenti tra loro da mixare insieme. Per ottenere un'illuminazione intima e morbida, è meglio favorire diverse fonti di luce piuttosto che un solo punto centrale.

Le tue scelte devono rispondere a due tipi di situazioni opposte: l'ora di andare a dormire e l'alba. 

Al momento di coricarsi, optare per un'atmosfera accogliente con una sospensione fatta di un materiale morbido, come ad esempio il tessuto. Al sorgere del sole, utilizzare lampade da comodino o lampade da parete regolabili, in modo da non svegliare chi ti sta accanto. Non dimenticare le lampade mobili che si incastrano sui mobili e che puoi orientare o spostare a tuo piacimento.

  • Ingresso, scale e corridoi

In questi vani tutto si concentra principalmente sulla sicurezza. Per garantire un'illuminazione efficace, optare per le luci a parete lungo il passaggio e assicurarsi che rimangano accessibili in altezza per il cambio lampadina. Se trovi la loro luminosità troppo aggressiva, puoi associare i diffusori, che setacciano leggermente l'atmosfera. I faretti possono essere posizionati anche sulle pedate delle scale per far risaltare ogni gradino.

Fai la scelta giusta

Qualunque sia la stanza, una singola fonte di luce non è l'ideale. Pensa alla vita di tutti i giorni e alle attività quotidiane. Valuta sempre una luce forte e diretta come illuminazione principale e una o più luci diffuse o indirette per creare l'atmosfera e il riposo alla fine della giornata.

Non guardare solo all'estetica del dispositivo che si rivela inutile se non è dotato di una lampadina con un flusso luminoso adattato alle esigenze. Pensa anche al risparmio energetico studiando l'intero pannello di lampadine disponibili sul mercato: fluorescenza compatta, LED, alogena, ecc.

Orienta le tue scelte verso un apparecchi che si combinano con l'arredo e l'intero design della casa. Il moderno con il moderno, il classico con il classico, ecc. Basti pensare che è possibile scegliere una sospensione classica ma dotarla di lampadine di ultima generazione.

Inoltre, scegli sempre un apparecchio, indipendentemente dal suo tipo, che soddisfi i diversi standard di sicurezza. La marcatura CE è garanzia di qualità. Inoltre, tieni sempre in considerazione le etichette energetiche che ti danno informazioni sul consumo energetico del tuo apparecchio, secondo una classificazione che va da A ++ (molto efficace) a E (inefficiente). Scegliere una lampada di classe D piuttosto che una lampada di classe A si rivelerà presto molto più costosa nel tempo e sulla bolletta elettrica, anche se il costo iniziale era più economico. Le luci a LED garantiscono un minimo di classe A e sono quindi l'opzione preferita se si desidera controllare il consumo energetico.

Tipi di lampadina in commercio

Scegliere il tipo e il design della tua illuminazione d'interni non basta, è necessario dotare ciascun punto luce di una lampadina adatta e potente, nonché di flusso luminoso nel rispetto del risparmio energetico. 

  • Lampadina a incandescenza: le tradizionali lampadine a incandescenza, ormai obsolete, diffondevano una luce bianca calda, ora l'illuminazione a LED, che sta diventando sempre più importante nel corpo illuminante, consente di scegliere altre tonalità: bianco freddo o blu uniforme o bianco caldo che vira al giallo.
  • Lampadina a LED: il vantaggio della lampadina a LED è che ha una durata eccezionale, decrescente e non brucia istantaneamente lasciandoti al buio. È insensibile agli urti, ha un'accensione istantanea a piena potenza e un basso consumo energetico. Ovviamente, al momento, questo è il tipo di lampadina più costoso sul mercato. 
  • Lampadina alogena: la lampadina alogena è molto brillante perché spesso di alta potenza e rimane ancora relativamente energivora. Alcune lampade devono essere dotati di una lampadina alogena per funzionare correttamente con il loro dimmer.
  • Lampadina a bassa energia: la lampadina a bassa energia è recente e sostituisce la lampadina a incandescenza. Il suo nome varia da un produttore all'altro: lampadina a risparmio energetico o lampadina fluorescente compatta.

Per la tua illuminazione d'interni hai infinite possibilità di scelta, non restare al buio!

 

 

Approfondimenti