fbpx
28
Sab, Mag

Sistemi di Allarme

Un’azienda che decide di valutare l’acquisto di una telecamera acustica industriale è certamente consapevole che l’investimento iniziale da mettere in conto non è irrilevante. Una buona telecamera acustica, infatti, ha un prezzo che impone sicuramente la necessità di esaminare con attenzione quali sono i vantaggi che questo strumento può apportare alla nostra attività.

Telecamere acustiche: evitare lo spreco di aria compressa

Partiamo dall’assunto che se nella nostra attività utilizziamo aria compressa, dobbiamo assicurarci che questa materia prima non vada sprecata. Infatti, anche se, diversamente da altre materie prime, l’aria compressa può essere autoprodotta grazie a varie tipologie di impianti e compressori, non richiedendo quindi un approvvigionamento esterno, ciò non vuol dire che possa essere sperperata.

Il costo per la produzione dell’aria compressa è infatti solitamente tra le prime 5 voci di spesa di un’attività e una gestione inefficiente degli impianti che la utilizzano può portare ad avere uno spreco di questa risorsa tra il 30% e il 50%.

La manutenzione degli impianti con metodi tradizionali

Il lavoro di controllo e manutenzione degli impianti di aria compressa è un lavoro molto difficile e impegnativo, che spesso l’azienda tende ad esternalizzare, in quanto non ha le risorse tecnologiche e umane per farlo.

Gli specialisti esterni ai quali però spesso ci si rivolge effettueranno uno o due controlli annuali al massimo, quindi, eventuali problemi nei nostri impianti non verranno individuati tempestivamente. Inoltre, nella maggior parte dei casi, chi trova il problema non è chi poi lo risolve, costringendo quindi l’azienda ad affidarsi (e quindi pagare) due soggetti diversi, con dispendio di tempo e risorse economiche.

I vantaggi di una telecamera acustica industriale

Arriviamo perciò ai vantaggi collegati all’acquisto di una telecamera acustica. Per l’azienda dotarsi di questo strumento significa garantirsi la possibilità di effettuare controlli agli impianti molto più frequenti rispetto all’esternalizzazione del servizio, con il vantaggio quindi di scoprire in tempi più rapidi eventuali sprechi di aria compressa. Utilizzare una telecamera acustica non è inoltre particolarmente complesso, serve solo una minima formazione sullo strumento: l’azienda potrà facilmente formare una risorsa interna, disponibile just in time ogni volta che ci sarà la necessità. La possibilità di effettuare ispezioni con una maggior frequenza è fondamentale anche dal punto di vista della salubrità del posto di lavoro, per monitorare anche questo importante aspetto che riguarda i lavoratori.

Un ulteriore punto di forza delle telecamere acustiche è la possibilità di rilevare le perdite di aria compressa (o anche vapore e gas) isolando la frequenza della perdita e togliendo eventuali rumori di fondo. Questo comporta il grande vantaggio di poter effettuare controlli anche quando gli impianti sono in funzione, non dovendo necessariamente arrestare il loro funzionamento per poter procedere all’ispezione. Un plus non da poco se si pensa ai costi che spesso comporta l’arresto e riavvio di un macchinario.

Infine, un ultimo sostanziale vantaggio è rappresentato dal fatto che con una telecamera acustica la perdita viene localizzata precisamente sul display, dato che i numerosi microfoni dello strumento permettono una mappatura multidirezionale, creando una mappa acustica della zona analizzata. Non occorrerà quindi andare per tentativi, sperando di individuare il prima possibile il punto preciso della perdita, come quando si utilizzano sistemi più tradizionali come le sonde acustiche. Lo spettro di sensibilità di una telecamera acustica è poi decisamente superiore a quello di una sonda, permettendo il rilevamento di perdite anche da una distanza maggiore.

A conti fatti, l’esperienza sul campo ci dimostra che l’investimento su una telecamera acustica industriale viene ammortizzato nel giro di pochi mesi di utilizzo da una media industria manifatturiera, dopo i quali sarà evidente una sensibile riduzione dei costi energetici a fronte di un monitoraggio delle perdite d’aria compressa più tempestivo ed efficiente.



Potrebbe interessarti anche