News Edilizia

Con l'iniziativa denominata "Costruisci con la testa", la Regione Umbria vuole promuovere, la cultura della prevenzione e tutela della salute e sicurezza nei cantieri edili privati.

Sicurezze edilizie: occhio sul cantiere

La campagna è il secondo stralcio di un progetto più generale di sensibilizzazione che dovrà coinvolgere l'intero territorio umbro. Per l'anno 2009 l'iniziativa si è sviluppata nei territori dei Comuni di Bevagna, Foligno, Montefalco e Spello. Per l’anno 2010 riguarderà i Comuni di Vallo di Nera, Trevi, Spoleto, Norcia, Cascia e Campello sul Clitunno. La campagna è un modo per sollecitare l’attenzione su tutta una serie di aspetti centrali nell’esecuzione dei lavori edili: dalla regolarità contributiva dell’impresa, che deve essere certificata e verificabile, alla necessità di essere puntuali ed esaustivi nella presentazione dei documenti amministrativi e tecnici al Comune di riferimento, fino all’efficacia del dialogo tra i soggetti coinvolti.

E' importante rilevare che, la campagna è frutto del confronto e della collaborazione di: ASL 3, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia, Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia, Collegio dei Geometri della Provincia di Perugia e Comuni.

Sicurezza cantieri edili – rivolto al committente privato

Diversamente dalle campagne fino ad oggi effettuate che si rivolgevano al mondo degli addetti ai lavori (tecnici ed imprese), stavolta l'interlocutore della Campagna è il committente privato, il cittadino, colui che commissiona nella maggioranza dei casi all'impresa o all'artigiano il cosiddetto "lavoretto" sulla propria casa. Al committente privato è rivolto l'invito a prendere coscienza che tutelare la vita e la salute dei lavoratori che sono nel proprio cantiere significa tutelare se stesso. Al Committente Privato viene inoltre indicato con un linguaggio scevro da tecnicismi un percorso di rispetto delle regole che sono stabilite dalla legge.

L'obiettivo è che tale percorso venga percepito, non come un groviglio di prescrizioni, ma come un sostegno concreto alla difesa della salute e del benessere collettivo. In questo modo l'Amministrazione non vuole intimorire ma bensì incoraggiare, si vuole porre come un sostegno, un luogo dove reperire le informazioni più aggiornate e un modo di agire corretto e rispettoso delle leggi e dei lavoratori. Fattore importantissimo che differenzia questa campagna dalle altre già effettuate è la volontà dell'Amministrazione di valutare l'impatto che essa produrrà nel contesto a cui è indirizzata.

Alla campagna di informazione seguirà infatti un'indagine sull'effetto ottenuto. I dati saranno raccolti sia mediante interviste telefoniche sia mediante la restituzione del questionario allegato al depliant informativo consegnato direttamente ai cittadini che presentino la richiesta o ottengano il rilascio di un titolo abilitativo presso il Comune di appartenenza.

Sicurezza cantieri edili – un diritto-dovere

Lo scopo è sensibilizzare al massimo i cittadini affinché non solo il lavoro affidato venga eseguito al meglio, ma sia possibile garantire la sicurezza dei lavoratori per tutelare la vita e la salute di quanti si troveranno a lavorare nel cantiere. La sicurezza quale diritto-dovere e bene comune è il punto di partenza di un percorso fatto di correttezza e responsabilità che si muova sempre e comunque nel pieno rispetto delle regole.

La campagna prevede la diffusione di un depliant con allegato un questionario di valutazione la cui restituzione permetterà di monitorare la percezione, l'accoglienza e l'apprendimento dell'iniziativa. In modo da capire se l'obiettivo è stato raggiunto o se sono necessari miglioramenti e integrazioni prima di diffondere il progetto in altri territori.

L'assessore regionale all'Ambiente, Sviluppo sostenibile e Opere pubbliche, Lamberto Bottini ha spiegato il senso dell’iniziativa con queste parole: “la promozione del lavoro in sicurezza nei cantieri edili è un segno di civiltà. L'Umbria, pur essendo in testa tra le Regioni italiane in ambito normativo, continua ad impegnarsi su questo fronte lanciando una campagna di informazione rivolta ai cittadini". Riassume così, il senso della campagna "Costruisci con la testa" lanciata dalla Regione Umbria.



Potrebbe interessarti anche