criteri distanze edifici

News Edilizia

Il Consiglio di Stato con sentenza 3968/2015 ha stabilito un nuovo principio su come affrontare la discussione del calcolo delle distanze tra due costruzioni.

Nuovi criteri da sapere: leggete qui

Il principio su cui si basa il risultato della sentenza, è quello di tutelare chi costruisce rimanendo nella legalità, rispettando quindi tutti i paletti imposti dalle regole vigenti rispetto a chi ha costruito senza rispettarle.

Nello specifico, un proprietario ha costruito un immobile rispettando una distanza di 10 metri dalla costruzione del vicino, così come riportato dalla documentazione cartacea presentata.
In realtà il vicino aveva costruito una veranda abusiva, che andava a ridurre la distanza prevista tra i due immobili creando cosi i presupposti per l'azione legale.

La sentenza quindi ha dato ragione al nuovo proprietario che ha basato le sue misurazioni su quanto riportato nelle carte, dando l'opportunità di costruire anche se la veranda è ancora presente.



Potrebbe interessarti anche