Mobilità Sostenibile - Arriva il bando da 35 milioni

News Edilizia

Ieri, 22 Giugno 2016, è arrivato l'ok da parte delle Commissioni Ambiente e Lavori Pubblici del Senato relativo allo schema di decreto che finanzierà i comuni con ben 35 milioni di euro in riferimento al programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-lavoro e casa-scuola. I progetti riguardanti percorsi protetti per gli spostamenti in bici e a piedi potranno essere presentati da tutte le città che hanno oltre 100.000 abitanti. Ad annunciarlo è Silvia Velo, la Sottosegretaria all’Ambiente con delega alla mobilità sostenibile.

Bandi e sostenibilità: leggi le novità

Dopo l’esame delle Commissioni Ambiente e Lavori Pubblici del Senato, il testo sarà inviato al Ministero della Tutela del Territorio e del Mare e dell’Ambiente. Dopo questo passaggio verrà predisposto il bando che permetterà a tutti i Comuni che hanno oltre 100.000 abitanti di presentare le proposte riguardanti la progettazione e lo sviluppo di iniziative di mobilità sostenibile.
 
Tutte le proposte presentate dovranno riguardare progetti relativi a:

  • percorsi protetti a piedi o in bicicletta per spostamenti che vanno da casa a scuola e viceversa
  • programmi di educazione alla riduzione del traffico ed alla sicurezza stradale
  • programmi di educazione riguardo l’inquinamento
  • programmi di educazione riguardo la sosta degli autoveicoli in prossimità di istituti scolastici o delle sedi di lavoro
  • bike-pooling
  • car-pooling
  • bike-sharing
  • car-sharing
  • piedi bus

La Sottosegretaria all’Ambiente Silvia Velo ha spiegato:

"Il programma prevede il finanziamento di progetti volti a promuovere e incentivare la mobilità sostenibile per un importo pari a 35 milioni di euro. Il testo del decreto sarà esaminato dalle Commissioni Ambiente e Lavori Pubblici del Senato e, nei prossimi giorni, sarà inviato al Ministero dell’Ambiente per la predisposizione del bando che consentirà agli Enti Locali, alle circoscrizioni e ai Comuni di presentare le proposte progettuali e la relativa richiesta di cofinanziamento. Si tratta di un provvedimento rilevante per la promozione della mobilità dolce che, da un lato, promuoverà una vera e propria rivoluzione delle abitudini di spostamento dei cittadini e, dall'altro, consentirà di ridurre le emissioni di gas inquinanti nell’atmosfera”.

Per rimanere sempre aggiornato seguici sulla nostra pagina Facebook.



Potrebbe interessarti anche