News Edilizia

In Italia una casa su due è a rischio crollo. Per questo motivo torna di attualità il Fascicolo di Fabbricato, un documento tramite il quale si può conoscere le condizioni di un edificio ed è possibile prevedere il suo comportamento in caso di calamità naturali come per esempio un terremoto.

Il Facicolo di fabbricato è obbligatorio per tutti gli edifici: capiamo meglio di cosa si tratta

Il deputato Andrea Maestri ha presentato un ordine del giorno che è stato accettato dalla Camera durante l’approvazione del decreto “Terremoto”. La legge è stata approvata in tempi rapidi proprio a cavallo della crisi del governo Renzi e del passaggio di consegne a Paolo Gentiloni, nuovo presidente del Consiglio.

Sono molti gli emendamenti che non sono stati discussi, ma presentati sotto forma di ordini del giorno hanno obbligato il Governo ad esaminarli. Uno di questi è proprio la proposta di rendere obbligatorio il fascicolo di fabbricato per tutti gli edifici di nuova costruzione e per tutti quelli già esistenti.

Troppo spesso è capitato in Italia di dover fare i conti con eventi sismici che hanno portato distruzione e morte. E' evidente che molti degli edifici e degli immobili presenti in tutto il territorio della nazione non sono adeguati e a norma di legge. Prima del 1974 non esisteva nessuna normativa antisismica, quindi circa 15 milioni di abitazioni costruite prima di quell'anno non sono a norma. I terremoti che si sono succeduti in Italia hanno dimostrato l’inadeguatezza delle infrastrutture presenti.

Un documento che aiuterebbe a conoscere le condizioni di un edificio e a prevedere il suo comportamento in caso di calamità naturali è sicuramente molto utile. Qual'è allora il problema di renderlo obbligatorio per tutti gli edifici? Uno dei maggiori ostacoli che finora ha sbarrato la strada al fascicolo di fabbricato è rappresentato ovviamente dai costi elevati che non tutti possono affrontare.

Una legge che renderebbe obbligatorio il Fascicolo di Fabbricato sarebbe impopolare perché costringerebbe i proprietari a sostenere i costi per la sua redazione. Grazie appunto all'’ordine del giorno accettato dalla Camera il Governo si impegnerà a studiare degli incentivi ad hoc.

Per rimanere sempre aggiornato seguici sulla nostra pagine Facebook e Twitter.



Potrebbe interessarti anche