News Edilizia

La Francia compie un importante passo in avanti verso la mobilità sostenibile e l’utilizzo di energia pulita. Il ministro dell’ambiente Ségolène Royal ha, infatti, annunciato che il governo ha pianificato un progetto che prevede la posa di 1000 km di asfalto fotovoltaico a pannelli solari entro 5 anni. La posa della prima lastra è prevista entro la fine dell’anno 2016. In questo modo avremo chilometri e chilometri di strade che producono energia in grado di garantire l’autonomia energetica a circa 5 milioni di abitanti, l’8% della popolazione francese, senza deturpare il paesaggio.

Un futuro green è sempre più concreto: ecco la "strada verso il futuro"

La spesa prevista per la realizzazione di 1000 Km di asfalto fotovoltaico è stimata tra i 200 e i 300 milioni di euro che il governo prevede di ricavare attraverso l'aumento delle tasse sulla benzina, che in Francia sta attraversando un momento di ribasso. Con la caduta del costo del petrolio infatti, una nuova accisa sul prezzo della benzina non dovrebbe pesare eccessivamente sulle tasche dei cittadini francesi.

L’azienda francese che ha realizzato questo asfalto fotovoltaico in grado di generare energia elettrica è la Colas in collaborazione con l’Agenzia Francese dell’Ambiente e dell’Energia e l’Istituto Nazionale per l’Energia Solare di Francia (Ines). Questo asfalto fotovoltaico è composto da pannelli in silicio policristallino (chiamati Wattway panels) capaci di assicurare la tenuta e l'aderenza dei pneumatici. Le celle sono spesse solo 0,7 cm e larghe 15 cm favorendo anche l'adattamento alla dilatazione termica della pavimentazione. Wattway può essere applicato direttamente sulla pavimentazione senza dover rimuovere l'asfalto esistente e senza necessità di opere di ingegneria civile. Facili da installare, sono dotate di caratteristiche antiscivolo e sono in grado di resistere al peso di qualsiasi mezzo.

La società che ha realizzato l'asfalto fotovoltaico garantisce una durata di almeno 20 anni nonostante i danni da usura legati al passaggio di mezzi pesanti. Se il progetto avrà successo nulla vieterà di replicarlo altrove...

Per rimanere sempre aggiornato seguici sulla nostra pagina Facebook.



Potrebbe interessarti anche