fbpx
17
Mer, Apr

Impianti domestici

Il riscaldamento a pavimento è un sistema sempre più diffuso nelle case degli italiani, specialmente negli edifici di nuova costruzione. Si tratta di un sistema molto vantaggioso, in grado di aumentare il comfort domestico in modo semplice e versatile. I benefici, poi, aumentano in caso di impianti dotati di pompa di calore riscaldamento.

 

Come funzionano le pompe di calore per il riscaldamento a pavimento?

Le pompe di calore per riscaldamento funzionano mediante un circuito frigorifero in grado di estrarre energia da fonti rinnovabili esterne, come l’acqua, l’aria oppure il suolo e trasferirle all’acqua che alimenta l’impianto.

Questa circola attraverso i tubi e riscalda l’ambiente, mediante un processo di scambio termico. Dopo aver ceduto il calore all’interno dell’abitazione, l’acqua ritorna al sistema e il ciclo ricomincia. Si tratta, pertanto, di un metodo efficiente per sfruttare le rinnovabili.

Quali sono i vantaggi di questo sistema?

Abbinare la pompa di calore a un impianto di riscaldamento a pavimento consente di godere di numerosi vantaggi. In primo luogo, è bene specificare che il suo funzionamento è a basse temperature (fino a 35°C), e ciò permette di risparmiare energia senza compromettere il comfort. Infatti, riducendo la richiesta di calore da parte dell’edificio (e di conseguenza la temperatura di mandata necessaria), sarà inferiore anche il consumo energetico e l’impatto sulle bollette.

Inoltre, i sistemi radianti a pavimento distribuiscono il calore per irraggiamento, riducendo le dispersioni termiche e garantendo un grande risparmio energetico. Ancora, è bene sottolineare la capacità autoregolante dei sistemi di riscaldamento a pavimento con pompa di calore: dopo aver raggiunto la temperatura desiderata, il sistema radiante si regola in autonomia, grazie all’inerzia termica molto elevata. In più, è possibile controllare la temperatura di ogni stanza singolarmente.

Un ulteriore vantaggio è la possibilità di sfruttare questo sistema anche per il raffrescamento estivo, in caso di pompa di calore reversibile (ovvero in grado di “prelevare” il calore presente in casa per poi rilasciarlo all’esterno).

Come realizzare un impianto di riscaldamento a pavimento?

Per poter realizzare un impianto di riscaldamento a pavimento sfruttando le pompe di calore è necessario rivolgersi a un tecnico qualificato, al quale affidare la progettazione dell’impianto e la sua regolazione, tenendo conto del fabbisogno dell’abitazione.

Questo dipende da molteplici fattori, tra cui la temperatura dell’aria esterna nella zona dove è ubicato l’edificio; il grado di isolamento (che solitamente è maggiore nelle nuove costruzioni); le dimensioni dell’area da riscaldare/raffrescare; lo stato della rete di tubazioni dell’edificio; il bilanciamento idraulico; la grandezza dell’impianto, ecc.

Inoltre, il tecnico sarà in grado di valutare il tipo di pompa di calore riscaldamento più adatta, in base al fabbisogno energetico richiesto per il corretto funzionamento del sistema radiante del pavimento. La pompa di calore riscaldamento aria-acqua, ad esempio, utilizza il calore dell’aria per trasferire calore all’acqua, e permette anche la produzione di acqua calda sanitaria se combinata con altri tipi di impianti. Quelle acqua-acqua, invece, prelevano acqua già calda dal sottosuolo o da bacini e falde, così da garantire ottime performance indipendentemente dalla stagione