Impianti domestici

L'estate si avvicina, le giornate si fanno più calde, il rischio ondate di calore è alto e tu sai già che dovrai affrontare la canicola, le tue stanze si faranno invivibili sia di giorno che notte. Bene, sappi che non sei solo in questa situazione. Hai assolutamente bisogno di muoverti per tempo per apportare un po' di frescura nella tua casa e migliorare la qualità della vita, ma se non puoi affrontare interventi di installazione strutturali oppure vivi in affitto, puoi optare solo per un condizionatore mobile. Un'invenzione comoda e intelligente che va incontro a tutti e che, grazie ai miglioramenti tecnologici, si rivela sempre più efficiente, silenzioso ed economico.

 

Come scegliere un condizionatore in caso di ondate di caldo

La stagione estiva, sempre più calda spinge le famiglie italiane ad installare l'aria condizionata nelle loro abitazioni. Godere di una temperatura piacevole, almeno in casa, è qualcosa di assolutamente fondamentale quando fuori le temperature superano i 30°C e il caldo umido delle città diventa insopportabile. Tra i prodotti disponibili, l'aria condizionata mobile è certamente la soluzione più interessante, tanto in un appartamento quanto in una casa indipendente. 

Il condizionatore mobile è un'ottima soluzione per l'aria condizionata in casa: pratico, potente, non troppo costoso e facile da installare e operativo da subito. Basta toglierlo dal suo imballaggio e attaccarlo ad una presa elettrica. Molto accessibile dal punto di vista finanziario, il condizionatore portatile consente di ventilare gli alloggi a costi inferiori rispetto ad un impianto fisso: i modelli base sono offerti a meno di 300 €, mentre il conto può facilmente salire a 1.000 € o 1.500 € per condizionatori di fascia alta con tutte le opzioni possibili.

L'aria condizionata mobile offre anche il vantaggio di essere trasportata ovunque, a condizione che la stanza abbia un'apertura verso l'esterno per espellere il calore. Con un dispositivo simile, sei sicuro di avere una temperatura interna piacevole tutto il tempo, anche se è soffocante all'esterno. Rappresenta, pertanto, lo strumento ideale per far fronte a necessità di ristoro e comfort senza troppi investimenti e in qualsiasi spazio abitativo. 

Cosa offre il mercato

Sul mercato ci sono decine e decine di modelli disponibili, basta confrontarli per trovare il miglior climatizzatore al miglior prezzo e che soddisfi le tue aspettative.

Ecco alcuni consigli essenziali prima di decidere cosa acquistare:

  • affidabilità del produttore e del marchio in generale (qualità del servizio post-vendita, reputazione, gestione degli errori);
  • pertinenza del modello in relazione a una specifica aspettativa (potenza, rumorosità, rapporto qualità/prezzo);
  • restituzione di recensioni dei consumatori sui modelli verificati.

Tuttavia, il condizionatore d'aria mobile soffre di due svantaggi, in particolare, che dovrebbero essere presi in considerazione. Innanzitutto, questo dispositivo è più rumoroso rispetto ad altri tipi di sistemi: talvolta, il rumore generato è paragonabile a quello di un frigorifero durante la produzione del freddo. Inoltre, i modelli con evacuazione sono meno estetici a causa dell'uso di una guaina per espellere il calore verso l'esterno. Detto questo, il suo scopo principale non è certo quello di essere bello, essenzialmente, serve solo ad apportare freschezza e benessere quando il troppo caldo la fa da padrone.

Condizionatore mobile senza tubo

Rispetto al condizionamento d'aria convenzionale (con più unità), il condizionatore mobile senza tubo di evacuazione ha solo un'unità, un monoblocco. Molto economico e di dimensioni ridotte, questo refrigeratore senza condotto di scarico non è propriamente un condizionatore d'aria, perché utilizza il principio di condensazione. È la soluzione perfetta per un uso occasionale, soprattutto se vivi in una zona calda e umida, comodo da usare e da spostare da una stanza all'altra, tuttavia, questo modello è meno efficiente e può servire solo piccole stanze che non superino i 40 metri quadri. Inoltre, deve essere ricaricato frequentemente con acqua. Bisogna fare attenzione a non usarlo continuamente se non si vuole rischiare di veder esplodere la bolletta elettrica. Oggi, però, in commercio, si trovano modelli sempre più silenziosi.

Condizionatore mobile con tubo

Funziona come l'altro condizionatore ma con un tubo di scarico aggiuntivo, chiamato anche condotto di scarico. Il climatizzatore mobile con evacuazione richiede un'apertura (finestra o porta) non lontana per far fuoriuscire gli scarichi, ma non deve troppo grande, altrimente l'aria calda esterna potrebbe entrare in casa vanificando tutto. Questo sistema, ovviamente, riduce le prestazioni del dispositivo.

Condizionatore mobile split

Meno comune ma più efficace, il condizionatore mobile split è composto da due elementi: un'unità di condensazione e un'unità di ventilazione, entrambi collegati da un condotto flessibile, come i condizionatori d'aria fissi più reversibili (monosplit oppure multisplit quando ci sono più stanze da climatizzare). Questo tipo di dispositivo è più potente e genera meno rumore, grazie, appunto, alla sua unità esterna, è meno ingombrante di un dispositivo monoblocco, ma è anche più difficile da spostare da una stanza all'altra e tende a far uscire l'aria. Ciò comporta anche un costo più elevato. 

Va anche detto, che oggigiorno, la maggior parte dei condizionatori portatili in commercio svolge anche la funzione di deumidificatore, molto importante per il nostro benessere fisico e per il nostro apparato respiratorio, a causa dell'alto tasso di umidità nell’ambiente. Sarebbe opportuno, infatti, mantenere nei locali dove alloggiamo, un’umidità tra il 40% e il 60% e una temperatura tra i 20°C e i 22°C.

Risparmio energetico e manutenzione di un condizionatore mobile

I climatizzatori mobili sono molto facili da mantenere. Ogni 15 giorni puoi pulire il filtro interno con una panno in fibra naturale, se possibile, al fine di mantenere una perfetta purificazione ed efficienza. Poi, ogni anno, devi eseguire una pulizia approfondita prima di iniziare ad utilizzarlo per la nuova stagione. Non occorre l'intervento di alcun professionista.

Un altro importante aspetto è quello del risparmio energetico. Questi macchinari, dal canto loro, rappresentano un cospicuo consumo di energia, devi conoscerne, pertanto, l'efficienza riportata sulle etichette sotto forma di classe energetica. Meglio acquistare condizionatori portatili con classe energetica A, A+ o ancora meglio A+++, oppure quelli con tecnologia Inverter in grado di farti risparmiare fino al 30% sulla bolletta in quanto diminuiscono e gestiscono la potenza (BTU/h) in maniera ottimale.

Ci sono diverse regole raccomandate per evitare di spendere troppo:

  • modalità notte: utilizza questa modalità per evitare di lasciare l'unità in funzione tutta la notte;
  • bassa potenza continua: cerca di mantenere la macchina in funzione a bassa potenza, con una potenza forte si rischierebbe un arresto e l'energia necessaria per riavviare il dispositivo consuma molto;
  • segui le istruzioni durante il giorno: in modo pragmatico, ricorda di chiudere le finestre e le porte durante il giorno per evitare di far entrare il calore dall'esterno;
  • differenza di temperatura: non superare mai i 7 gradi di differenza tra temperatura esterna e temperatura interna;
  • manutenzione: per un migliore utilizzo cerca di mantenere sempre il condizionatore in buone condizioni;
  • isolamento della casa: a lungo termine, pensa a come migliorare l'isolamento della casa.

Su questo e altri argomenti, per rimanere sempre aggiornato seguici sulla nostra pagina Facebook.



Potrebbe interessarti anche