fbpx

Impianti domestici

La caldaia fa parte dell’impianto di riscaldamento indispensabile all’interno di una casa, trasforma il gas in calore e lo distribuisce sotto forma di acqua calda nei diversi ambienti della casa


Per scegliere le migliori caldaie a metano è necessario conoscere il loro funzionamento, da quali elementi sono composti e quante tipologie di caldaie sono presenti sul mercato.
Tutte le caldaie sono composti da elementi di base che sono: il bruciatore (o focolare), la camera di combustione nella quale si trova lo scambiatore primario.

Dal bruciatore si forma una miscela tra gli idrocarburi del combustibile e l’ossigeno dell’aria che realizza una fiamma ad alta intensità, permettendo di diffondere il calore. Il bruciatore si trova all’interno della camera di combustione le cui pareti sono ricoperte di fibra di ceramica che trattengono il calore anche ad altissime temperature.

Migliori caldaie a metano: tipologie e differenze

Trovare la migliore caldaia a metano non è facile, bisogna sapere qual è la miglior tipologia di caldaia per la propria casa, come funzionano e quali sono le differenze. Esistono, infatti, tanti e diversi tipi: caldaie tradizionali a gas, caldaie murali, sistemi ibridi, caldaie a condensazione e così via. Per capire quali sono le migliori caldaie a metano Ariston è necessario scoprire le caratteristiche delle diverse caldaie in commercio.

Caldaie a metano murali

Le caldaie murali sono compatte e adatte all’uso domestico, si classificano in caldaie a metano per interni e caldaie per esterni. Le caldaie da esterno sono dotate di un armadio di contenimento, di uno scambiatore, e di uno scambiatore a scambio rapido che permette di produrre acqua calda sanitaria velocemente.

Le caldaie murali più diffuse nelle case sono le caldaie a camera stagna con tiraggio forzato: in queste caldaie la combustione avviene in una camera isolata dal resto dell’ambiente e l’aria viene prelevata dall’esterno.

Caldaie a biocombustibili solidi

Queste caldaie utilizzano il pellet o biomasse legnose, permettono un risparmio economico ed energetico notevole e in commercio sono presenti tre tipologie di caldaie a biocombustibili solidi:

  • caldaia a pellet;
  • caldaia a pellet e legna;
  • caldaia policombustibile.

Caldaia a condensazione

La caldaia a condensazione, a differenza delle caldaie a metano tradizionali, recupera il calore contenuto nei fumi di espulsione e lo riutilizza, riuscendo ad ottenere un rendimento termico ottimo e a produrre una bassa quantità di ossido di azoto, NOx e CO.  Sono caldaie efficienti, utilizzano tubi in rame e non disperdono il calore.

Classe di efficienza energetica: come funziona

La migliore caldaia a metano deve essere efficiente e avere un ottimo rendimento di combustione, ovvero quanta energia riesce ad emanare rispetto a quella consumata. Per questo è consigliabile effettuare dei controlli periodici ed eventualmente sostituire una vecchia caldaia per ottenere il massimo rendimento, in termini di efficienza e di risparmio.
Le caldaie sono classificate secondo la loro efficienza energetica attraverso una classe energetica che va da D a A+++, di cui le caldaie peggiori sono quelle C e le migliori quelle A+.