Energia rinnovabile eolica

Energie Alternative

 

Energia eolica: dal 2015 verso un futuro sostenibile

Con l'energia eolica il futuro è green. Sapete cosa si intende per "green" e chi sono stati i primi ad usare energie rinnovabili? Sapete quali sono i vantaggi e le regolamentazioni in Italia, in Europa e nel mondo? Scopriamolo insieme per trasformare il futuro in progresso.

 

Conoscete le fonti di energia rinnovabili? Scopriamo l'energia eolica vantaggi e svantaggi e la green economy

Energia eolica rinnovabile: che cos’è?

Si tratta di una delle principali fonti di energia rinnovabile. L'energia eolica costituisce l’energia "posseduta" dal vento. Abbondante, economico e senza fine, il movimento del ventoproduce energia cinetica che si rigenera senza impiegare in modo irreversibile riserve della terra; per questo si definisce fonte "inesauribile”. 

L'energia eolica è stata impiegata inizialmente dai persiani con lo scopo di far funzionare macchinari agricoli. Oggi essa viene utilizzata per creare energia pulita, endogena ed efficiente, grazie ai moderni impianti eolici. 

Impianto eolico: come funziona

Le pale eoliche, mediante lo sfruttamento delle masse d’aria in movimento, generano l’energia meccanica e la convertono per mezzo di un aerogeneratore in energia elettrica.

Suddetti impianti eolici moderni sono molto innovativi e sviluppati rispetto a quelli obsoleti e tradizionali d’inizio secolo: hanno un minor numero di pale e riescono a raggiungere velocità cinque volte superiori a quelle del vento. Le turbine eoliche moderne sono inoltre caratterizzate da elevati livelli di silenziosità, affidabilità e sono finalizzate a prestare servizi nel pieno rispetto dell’ambiente circostante.

Esistono varie dimensioni di aerogeneratori, diverse in relazione al fabbisogno elettrico giornaliero delle utenze:

  • Per l’alimentazione di piccole reti gli impianti utilizzati sono situati in piccole isole o in aree remote e sono alimentate da sistemi elettrici non nazionali.
  • Per l’alimentazione delle grandi reti nazionali vengono utilizzate macchine di taglia medio-grande, solitamente installate in gruppi di unità: wind farm. Esse si distinguono in: onshore (situate sulla terraferma) e offshore (situate in mare, lontano dalle coste)

Le "fattorie del vento" sono centrali elettriche formate da un gruppo di turbine eoliche stanziate nel medesimo luogo, in maniera tutt’altro che casuale. Il tutto viene effettuato per evitare interferenze che potrebbero far verificare diminuzioni di energia rinnovabile eolica. Le turbine sono interconnesse tra loro da una rete di collegamento che acquisisce l’energia prodotta e la trasmette ad una stazione centrale di raccolta.

L’energia elettrica a medio voltaggio, a sua volta, viene trasformata in corrente ad alta tensione e immessa nel sistema di trasmissione e distribuzione.

Energia eolica vantaggi e vantaggi

Gli svantaggi dell'energia rinnovabile eolica sono:

  • occupazione del territorio
  • impatto visivo
  • rumore

Tutti questi effetti negativi potrebbero essere attenuati con opportuni accorgimenti, e risultano essere controbilanciati dagli enormi effetti positivi.

L'energia rinnovabile eolica, infatti, presenta determinati vantaggi:

  • evita immissioni nell’atmosfera di milioni di tonnellate di sostanze inquinanti e nocive
  • è facilmente trasformabile in elettricità (essendo disponibile sotto forma meccanica)
  • è inesauribile

energia eolica

Energia rinnovabile eolica - Nell’ottica della green economy

Inizialmente l'economia verde veniva identificata con una piccola parte dell’economia riferita alle energie rinnovabili. Oggi indica invece un insieme di pratiche attuabili in tutti i settori relativi alla produzione di beni e servizi: sostenibilità è ambientale, sociale ed economica.

La green economy è caratterizzata dalla conservazione e dall’utilizzo sostenibile delle risorse rinnovabili.

Lo scopo di tale economia è quello di arrivare ad una transizione verso un modello più innovativo, che garantisce un benessere mondiale equo, nel pieno rispetto dei limiti del pianeta.

Energia eolica nel mondo

Esistono moltissimi parchi eolici che forniscono energia rinnovabile eolica in tutto il mondo ed aumentano anno dopo anno. Il mondo sta diventando green. Il rapporto del Joint Research Centre espone i dati circa l’energia rinnovabile eolica degli ultimi 20 anni, stabilendo che si è verificata una crescita record in tutto il mondo, passando da una potenza installata di 3 GW ad un ammontare totale di circa 370 GW. Il 2014, in particolare, è stato un anno da record per l'energia rinnovabile eolica, raggiungendo quota 52,8 GW.

L’85% della potenza installata di energia rinnovabile eolica nel mondo si trova totalmente in dieci Paesi: Cina, USA, Germania, Spagna, India, Gran Bretagna, Italia, Francia, Canada e Danimarca.

Fin dal principio, il Paese che più ha sorretto tale energia rinnovabile ecolica è stato la Germania, a seguire i paesi scandinavi, la Spagna, gli Stati Uniti e la Cina.

La Cina dal 2010 ha incentivato l’installazione di energia rinnovabile eolica, raggiungendo così il 29% della potenza mondiale, diventando il principale Paese emergente nel settore eolico. In Cina l'energia rinnovabile eolica è maggiore rispetto all’elettricità prodotta dal carbone e a quella realizzata da impianti nucleari. Anno dopo anno il colosso cinese prosegue veloce nella sua crescita e nel suo sviluppo, fissando ulteriori interessanti proposte per il futuro dell'energia rinnovabile eolica. Gli asiatici segnano così cifre record nell'energia rinnovabile eolica, ma le altre nazioni nel mondo che fanno?

Gli Stati Uniti tengono testa ai territori cinesi con il parco di energia rinnovabile eolica onshore più grande per rendimento: "la Roscoe Wind Farm" in Texas, con una potenza pari a 781,5 MW. Gli USA, inoltre, hanno anch’essi progetti di energia rinnovabile eolica futuri consistenti nella realizzazione di altre centrali eoliche.

In Canada l’impiego di energia rinnovabile eolica soddisfa i fabbisogni di circa 2 milioni di famiglie. Questo Paese, ad oggi, ha come obiettivo l'innalzamento graduale dell'utilizzo di energia rinnovabile eolica progettando la realizzazione di wind farm offshore nella regione dei Grandi Laghi.

L'energia rinnovabile eolica negli ultimi anni a livello mondiale ha coperto il 2,9% dei consumi di elettricità.

(Fonte dati:http://www.ewea.org/)

Energia rinnovabile eolica - Uno sguardo al futuro mondiale

Nell'arco temporale 2010-2015, come si evince dai dati precedentemente esposti, si è assistito a una crescita esponenziale della produzione di energia elettrica realizzata mediante il vento. Tuttora sono molti i Paesi che hanno come obiettivo l’implementazione delle installazioni di impianti di energia rinnovabile eolica. Si stima, ad oggi, che i costi per la costruzione di impianti di energia rinnovabile eolica in futuro continueranno a diminuire dando opportunità di entrata nel mercato eolico a paesi come l’Africa, il Medio Oriente e le regioni del Baltico.

GWEC e Greenpeace hanno previsto un ammontare di circa 425.000 megawatt di capacità di energia rinnovabile eolica in tutto il mondo entro la fine del 2015. Una cifra che consentirebbe di soddisfare, mediante l'energia rinnovabile eolica, le esigenze di tutto il Centro e Sud America. L'obiettivo a lungo termine delle due organizzazioni consiste nell'ottenere una produzione d0 ienergia rinnovabile eolica pari a 1/5 su scala mondiale, entro il 2030.

Molte aziende stanno iniziando a sfruttare questa fonte rinnovabile; big del web come la famosa azienda di Seattle leader delle vendite on line:Amazon. Amazon sceglie le rinnovabili, nello specifico l’energia rinnovabile eolica, per alimentare i suoi data center. L’annuncio fatto dall’azienda stessa prevede la costruzione, in Carolina del Nord, di un impianto di energia rinnovabile eolica da 208MW. L'obiettivo finale è quello di realizzare almeno il 40% dei consumi complessivi, entro la fine del 2016, contro il 25% dei consumi energetici dichiarato agli inizi del 2015.

Amazon però su questo fronte è già stata anticipata da altre aziende del web come: Apple, Facebook e Google. Suddette aziende stanno realizzando data center alimentati completamente da fonti rinnovabili, soddisfando con l’energia prodotta addirittura le esigenze domestiche dei dipendenti.

Il mondo sta iniziando a rendersi conto che il potenziale dell'energia rinnovabile eolica è quasi senza limiti e per questo motivo il numero dei paesi che utilizzano questo tipo di energia alternativa è in continuo aumento.

Energia rinnovabile eolica in Europa

L'Unione Europea da più di 10 anni si dedica allo sviluppo di energie rinnovabili e complessivamente totalizza il 36,8% della potenza eolica mondiale. L'energia rinnovabile eolica europea, da quanto esposto dalle previsioni contenute nel report del Joint Research Centre della Commissione Europea, ad oggi vive un periodo positivo ed in continua crescita che proseguirà portandolo a soddisfare fino al 12% della domanda di elettricità europea entro il 2020.

Complessivamente l’energia rinnovabile eolica soddisfa, ad oggi, il 10,2% dei consumi di elettricità dell'intero continente. Nel contesto mondiale, ma soprattutto europeo una rilevante importanza la riveste l’EWEA, che promuove attivamente l’energia rinnovabile eolica. L’EWEA è la più grande e potente rete nel mondo dell'energia rinnovabile eolica.

I parchi eolici europei hanno garantito un apporto di 129 GW; somma in grado di soddisfare i consumi energetici complessivi dell’Olanda, del Belgio, della Grecia e dell’Irlanda. I più grandi parchi di energia rinnovabile eolica in Europa si trovano in Gran Bretagna e sono:

  • la “Whitelee Wind Farm” (onshore), che ha una potenza pari a 322 MW
  • il parco eolico "London Array" (offshore), che si trova nell’estuario del Tamigi, con una potenza di 630 MW

Una rilevante importanza nell'ambito dell'energia rinnovabile eolica europea la rivestono i Paesi scandinavi, in particolare la Danimarca e la Svezia.

La Danimarca è uno dei paesi pionieri mondiali dell'energia rinnovabile eolica. Questo Paese ha prodotto più energia rinnovabile eolica di quanta, in realtà, potesse consumarne. A causa della prima crisi petrolifera del 1973 il governo del Paese scandinavo ha ridotto lo sfruttamento dei combustibili fossili, stilando un vero e proprio piano energetico, mettendo in atto politiche a favore delle energie rinnovabili.

In Svezia negli ultimi 3 anni si è assistito ad una crescita esponenziale nell'ambito dell'energia rinnovabile eolica (un incremento pari a circa il 240%, una potenza di 3475 Mw). Il Paese scandinavo, ad oggi, continua ad investire in tale settore; il progetto del parco eolico Siemens (con una potenza pari a 144 Mw) ne è la dimostrazione. Il parco di energia rinnovabile eolica Siemens fornirà energia a circa 160.000 famiglie svedesi.

Molte aziende svedesi, inoltre, seguono una politica strategica di tipo green. IKEA, il colosso svedese dei mobili low cost, investirà 1 miliardo di euro in energie rinnovabili entro il 2030. L'azienda investirà precisamente 500 milioni sull'energia rinnovabile eolica, 100 milioni sull'energia solare e 400 milioni destinati ad interventi contro il riscaldamento globale.

Energia rinnovabile eolica - In Italia

Il 10% dell’energia prodotta in Italia è green. Risultato che la poneal 5° posto fra i paesi OCSE, dopo Irlanda, Svizzera, UK e Danimarca.

I fattori che hanno dato luogo all'incremento della green economy italiana sono:

  • gli incentivi predisposti dal governo italiano per la produzione di energia rinnovabile
  • l’elevata pressione fiscale, che ha incoraggiato le famiglie a risparmiare, spingendole alla ricerca di fonti di energia alternative

I fattori che impediscono lo sviluppo della green economy in Italia sono:

  • l’elevato costo del lavoro
  • la bassa produttività
  • la scarsa efficienza della PA

L’Italia, inoltre, è caratterizzata dalla presenza di un maggior numero di piccole imprese, che non dispongono di risorse per poter portare avanti il discorso dello sviluppo della green economy, e in particolare dell'energia rinnovabile eolica. Solo le grandi aziende dotate di centri di ricerca all’avanguardia possono permettersi attualmente di investire in questa forma di innovazione destinata a tutelare l’ambiente.

Nell'ambito della tutela ambientale importante è l'accordo tra Legambiente e il Credito Cooperativo che permette di usufruire di finanziamenti molto vantaggiosi per l’installazione di impianti di energia rinnovabile eolica. L’obiettivo è quello di favorire la diffusione dell'applicazione di energia rinnovabile eolica mediante un sistema di informazione fondato su incentivi che consentono una maggiore facilità nel realizzare i progetti.

Il costo degli incentivi risulta essere inferiore rispetto ai benefici che procura l'energia rinnovabile eolica. E' quanto esposto dall’ANEV (Associazione Nazionale Energia del Vento) e dagli analisti di Althesys ed eLeMeNS, nel corso del convegno promosso in occasione della Giornata Mondiale del Vento. Tutte le associazioni, analisti compresi, in quell'occasione hanno sostenuto e ribadito che l'energia rinnovabile eolicasi sta trasformando da costo a beneficio netto per il sistema economico nazionale. L'uscita dall'incentivazione di diversi impianti può garantire un supporto più efficiente allo sviluppo della capacità dell'energia rinnovabile eolica mediante il meccanismo delle aste.

La realizzazione di nuovi impianti di energia rinnovabile eolica comporterebbe benefici come:

  • un’ulteriore riduzione dei costi dell’energia elettrica
  • ricadute positive sul gettito fiscale
  • vantaggi evidenti per il territorio

Dal punto di vista ambientale, nel 2014, l'energia rinnovabile eolica ha permesso di risparmiare l'immissione in atmosfera di 7,7 milioni di tonnellate di CO2. Si pensa, ad oggi, che nel 2030 potrebbe essere raggiunta una soglia molto più elevata di tonnellate di CO2 evitate.

L'energia rinnovabile eolica presenta benefici economici oltre a quelli ambientali, come l'incremento del tasso di occupazione. Nel 2014 in Italia è stato registrato un valore aggiunto di oltre 800 milioni di euro, creando 3400 nuovi posti di lavoro.

Con uno sguardo al futuro, attualmente, si stima che le ricadute economiche complessive dell'energia rinnovabile eolica in Italia potrebbero raggiungere quota 24 miliardi di euro entro il 2030. L’energia rinnovabile eolica, così, accrescerà la domanda di lavoro da parte delle imprese, procurando lavoro a circa 4300 persone. Lo Stato riceverà, inoltre, grazie all'impiego di energia rinnovabile eolica, 4,8 miliardi di euro di contributi fiscali.

Energia rinnovabile eolica: conclusioni

La transizione verso l'economia verde risulta essere, ad oggi, molto faticosa. L'ottimizzazione del flusso dell'energianei vari Paesi deve mirare non solo alla massima efficacia energetica con consumi minimi, ma anche all’introduzione e all'utilizzo di energie alternative pulite. La chiave è un'economia fondata su zero emission. La progettazione delle installazioni di impianti di energia rinnovabile eolica deve quindi attribuire all’Ecology lo stesso peso dato all’Economy. L’obiettivo è quello di costituire una società di tipo sostenibile, utilizzando come stimolo la salvaguardia del nostro pianeta, per oltrepassare il tipo di società unidirezionale attuale.

Come abbiamo potuto verificare attraverso i dati precedentemente esposti non bisogna commettere l’errore di valutare il benessere di un Paese in relazione al suo Pil, importanti sono anche le politiche ambientali seguite. Ad esempio, la Cina, ha il Pil in crescita, ma l’inquinamento delle sue città accumulato negli anni precedenti compromette fortemente la qualità della vita dei suoi cittadini. La scandinavia (la Danimarca soprattutto) su questo fronte è la più sviluppata a livello mondiale.

Le fonti rinnovabili, in particolare l'energia rinnovabile eolica, promettono un futuro decisamente più sviluppato e in crescita, ma attualmente non sono ancora molto competitive.

La nostra situazione attuale può essere accomunata al vento, cioè lo spostamento d’aria, più o meno veloce, tra zone di diversa pressione. Tanto più è elevata la differenza di pressione, tanto più veloce sarà lo spostamento d’aria, tanto più forte sarà il vento. Tanto più innovative e sostenibili saranno le politiche all’interno dei vari Paesi, tanto più veloce sarà la crescita mondiale, tanto più positivo sarà il nostro futuro.



Potrebbe interessarti anche