fbpx
05
Mar, Mar

News Lavoro

Dati confortanti arrivano dal nuovo rapporto di Greenpeace “ Working for the climate: Green Job Revolution” realizzato con la collaborazione del consiglio Europeo per le energie rinnovabili. 

Greenpiece: revolution

Secondo la fonte infatti i posti di lavoro inerenti al settore energetico possono diventare 8 milioni a livello globale entro il 2030. Ovviamente tutto questo se si punterà con forza e decisione su fonti rinnovabili ed energia alternativa ...I dati vengono appresi con un buon entusiasmo e grandi speranze dall’ International Trade Union Confederation e nel nostro paese dal segretario della CGIL Guglielmo Epifani.

Attualmente in Europa sono presenti già 450 mila lavoratori addetti al settore delle energie rinnovabili, che fattura oltre 40 miliardi di Euro. Questo è solo l’inizio di un progetto fortemente sostenuto dal rapporto nel quale si punta a raggiungere un elevato livello di green job rispetto all’attuale, legato all’uso del carbone, senza puntare però all’ampiamento del sistema a base nucleare. Secondo le stime infatti in confronto all’1,1 milioni di posti di lavoro creabili con il metodo attuale, seguendo il sistema delle energie rinnovabili si andranno a creare 6,9 milioni di posti di lavoro in più, una cifra enormemente più alta e significativa per questa nuova frontiera del green job.

Oltre al semplice fattore dell’occupazione mondiale e bene ricordare come, secondo il rapporto, questo passaggio di testimone dal carbone e i combustibili fossili alle fonti rinnovabili di energia alternativa eviterebbe negli anni altre 10 miliardi di tonnellate di emissioni ci CO2, andando cosi a modificare in maniera nettamente positiva l’impatto ambientale dell’uomo sulla terra, mitigando i cambiamenti climatici e rispettando il pianeta su cui viviamo e che sfruttiamo con tanto egoismo.

Questo perciò diventa il momento più opportuno per i capi di governo mondiale di prendere definitivamente una scelta per il futuro di tutta l’umanità, decidendo di puntare immediatamente su un sistema sostenibile di vita ed occupazione nei green job, sviluppando le nuove tecnologie e accantonando vecchie ed obsolete pratiche ormai senza un futuro e nocive per l’uomo e la terra stessa.

Nel futuro prossimo potrebbe essere proprio il green job l'arma in più contro la disoccupazione e perciò le relative condizioni precarie dei cittadini.



Potrebbe interessarti anche