Crediti Irpef

News Lavoro

Una buona notizia per chi, grazie alla crisi attuale, è rimasto senza un posto di lavoro.

Credito Irpef

Infatti l'INPS ha risposto con un si alla richiesta, avanzata dalla CAF, di velocizzare per quanto possibile le procedure, fino ad ora molto lunghe, di recupero del conguaglio Irpef, cioè i crediti Irpef, a favore dei disoccupati e di chi è rimasto senza lavoro, permettendo così ai cittadini rimasti sprovvisti di un posto di lavoro di ricevere in tempi brevi il denaro accumulato negli anni lavorativi passati.

Il 27 Maggio 2009 infatti la CAF aveva inoltrato una lettera all'istituto providenziale chiedendo la possibilità per i disoccupati, ovvero lavoratori in mobilità, senza impiego o cassaintegrati, di ricevere entro fine anno i crediti Irpef derivati dall'imposta.

L'obiettivo primario è senza alcun dubbio quello di velocizzare una procedura che in media richiede circa tre anni di tempo per vedersi conclusa. Questo è infatti il tempo che di solito passa tra la presentazione della domanda con l'Unico o tramite 730 e la liquidazione dei crediti Irpef maturati negli anni di attività.

A questo proposito è stato approntato un nuovo software in grado di verificare la legittimità delle richieste in maniera rapida e sicura. Per rientrare in questo nuovo programma di riscossione dei crediti Irpef i lavoratori rimasti disoccupati dovranno presentare il proprio modello 730 compilato, anche se in realtà il termine è già scaduto.

Per qualunque consulenza aggiuntiva i centri CAF si sono incaricati di svolgere queste mansioni, cercando di indirizzare e consigliare gli ex lavoratori così da poter recuperare il più in fretta possibile soldi mai come ora utili alle famiglie italiane.



Potrebbe interessarti anche