News

La diffusione dei negozi online è una tendenza ormai in atto da qualche anno, ma è evidente che nel 2020 gli e-commerce abbiano conosciuto una vera e propria impennata, a causa della pandemia da coronavirus e di ciò che ne è derivato.

Anche per questo motivo parecchie imprese hanno visto nel commercio elettronico un’occasione da cogliere al volo e vi si sono gettate a capofitto con la speranza di trarne vantaggio. Tuttavia, non tutte le aziende si sono rivelate pronte, nella maggior parte dei casi per colpa di una dotazione tecnologica non abbastanza avanzata. Il risultato? Consegne sbagliate o effettuate in ritardo, a causa di una gestione poco automatizzata.

Il ruolo dei software gestionali

Il fatto è che al giorno d’oggi per la gestione del magazzino non si può prescindere dall’utilizzo di software concepiti e sviluppati ad hoc. Chiunque abbia in mente di avviare un e-commerce o di migliorare le prestazioni del proprio shop online deve fare i conti con la necessità di scegliere un software gestionale per magazzino efficiente, in grado di garantire i più elevati standard di affidabilità e di sicurezza. Il sistema informatico alla base del successo di uno store virtuale, a prescindere dal settore di riferimento, deve essere implementato e aggiornato con un programma specifico: si tratta di compiere un investimento strategico per usufruire di tutti i vantaggi offerti da un software che aiuti a ottimizzare i processi e al tempo stesso assicuri un monitoraggio costante.

Un acronimo da conoscere: wms

Quando si parla di wms e gestione di magazzino si indicano, appunto, i software di gestione del magazzino (wms è l’acronimo di warehouse management system). Sono dei programmi grazie a cui è possibile non solo ottimizzare, ma anche coordinare e tenere sotto controllo le fasi operative, i processi e i movimenti interni a un impianto. I programmi in questione si occupano sia di funzioni basiche che di attività molto più elaborate, gestendo il controllo delle giacenze e il ricevimento delle materie prime. I software magazzini automatizzati devono essere integrati nei sistemi erp anche per garantire una migliore tracciabilità dei prodotti.

A che cosa serve un software gestionale magazzino

I migliori wms gestione di magazzino sono quelli che riescono ad adattarsi agli obiettivi e al business dell’e-commerce per cui vengono utilizzati: la versatilità, quindi, deve essere la loro caratteristica più importante. I benefici si riscontrano già dal punto di vista della merce in ingresso, grazie a un controllo più preciso dei prodotti in arrivo e alla loro catalogazione. Per tutti i prodotti devono essere controllate la qualità, le caratteristiche, la quantità e la conformità: solo dopo un esame accurato gli articoli possono entrare a far parte dello stock. Già da questo si può capire quanto sia importante il dialogo tra il wms e l’erp.

L’etichettatura dei prodotti

L’etichettatura dei prodotti è un’altra delle operazioni che possono essere ottimizzate grazie ai software magazzini automatizzati. Le informazioni che vengono trasmesse attraverso la scansione di tag RFID e codici a barre sono molto preziose per limitare gli errori e per annullare qualunque tipo di dubbio che potrebbe insorgere al momento della movimentazione della merce. Vengono generati report che si dimostrano utili, per esempio, nel caso in cui la merce ricevuta sia in parte differente da quella attesa. Le funzioni di ubicazione, poi, coinvolgono il cross-docking e prevedono strategie e regole ben precise.

I cambiamenti per la logistica

Da un anno a questa parte, è emerso con evidente chiarezza quali siano i cambiamenti che il successo del commercio elettronico ha comportato per la logistica: si pensi, per esempio, alla crescita della tecnologia digitale e alla rapidità con la quale gli shop online ricevono gli ordini. Anche per questo parecchie imprese si sono viste costrette a lavorare sui sistemi di gestione dei prodotti e a potenziarli, per esempio tramite funzioni aggiornate che assicurino una completa conoscenza dello stato degli ordini. Al tempo stesso, la rete di distribuzione ha intrapreso la direzione di un costante miglioramento e di un ampliamento sempre più considerevole, con l’obiettivo di ridurre i tempi con i quali gli ordini possono essere evasi.

Il controllo dello stock di magazzino

I programmi per la gestione del magazzino mettono a disposizione un ampio ventaglio di informazioni riguardanti gli stock di merce, tramite la funzione di calcolo dell’indice di rotazione del magazzino. Esso risulta decisivo sia dal punto di vista del valore delle giacenze, sia per stabilire la posizione del prodotto a livello di turnover. Mentre con la visualizzazione della mappatura del magazzino si ha l’occasione di conoscere la posizione di ogni merce, attraverso il ricalcolo dell’inventario è possibile usufruire di specifici feed per area o per prodotto. Insomma, le incongruenze ci possono sempre essere, ma vengono registrate subito in modo che sia possibile intervenire e tenere monitorato l’inventario in qualsiasi momento.