Infissi e Serramenti

Se la porta è il sorriso di casa tua, le finestre sono i loro occhi. Le finestre sono uno degli elementi essenziali di una casa, sono parte integrante della sua architettura e, al di là del loro aspetto estetico, sono molto importanti, soprattutto perché ti proteggono dalle intemperie e allo stesso tempo lasciano entrare luce naturale nelle tue stanze. Se danneggiate, le finestre non sono in grado di soddisfare le loro funzioni e per questo motivo devono essere riparate o sostituite rapidamente. Vediamo insieme come e quando procedere alla sostituzione finestre di casa.

Le tue finestre sono danneggiate? Lasciano passare l'aria? Vuoi cambiarle?

Vediamo insieme cosa fare, come scegliere il prodotto giusto e a chi rivolgersi.

 

Come sapere quando è il momento della sostituzione finestre?

Diversi semplici criteri consentono di determinare se gli infissi devono essere sostituiti. Quando senti freddo passando vicino ad una finestra, quando in una giornata di vento avverti chiaramente degli spifferi, se d’inverno lasciano penetrare il freddo e d’estate il caldo, se avverti chiaramente i rumori provenienti dall’esterno, significa che l'isolamento termico e acustico non è più garantito e che è necessaria la sua sostituzione. Lo stesso dicasi quando si forma condensa mentre la stanza è ben ventilata. Ma una finestra deve anche essere cambiata quando la falegnameria è fortemente degradata, se i vetri sono rovinati o addirittura rotti, qualora vi sia un vetro singolo o un doppio vetro senza camera d’aria a tenuta e di basso spessore, quando cigola, se non chiude bene. Non vi sono dubbi: i vostri serramenti hanno fatto il loro tempo e sono da sostituire!

Ci sono criteri abbastanza semplici per determinare se le tue finestre devono essere cambiate e alcuni di questi indizi non mentono:

  • la guarnizione è danneggiata;
  • l'apertura e la chiusura sono difficili;
  • c'è fuga di correnti d'aria;
  • appare la condensa sui vetri e sul telaio;
  • il loro aspetto non si adatta più a quello della casa.

La spesa iniziale diventa investimento futuro 

In media la maggior parte delle finestre ha una durata di circa 15 o 20 anni. Inoltre, se quando sono state installati gli infissi non eri il proprietario della casa, c'è una buona possibilità che tu debba modernizzarli. Dopotutto, la sostituzione finestre rappresenta un piccolo "investimento", dà un valore aggiunto alla casa e migliora notevolmente il benessere e il comfort ambientale. Interventi di ristrutturazione come questi sono, oltretutto, una spesa recuperabile nel giro di pochi anni grazie alle agevolazioni fiscali (detrazione IRPEF al 50%), nonché al sicuro risparmio sulle spese di riscaldamento (circa € 500,00 annui), bollette più leggere. Migliorare l'efficienza energetica può essere un ulteriore incentivo: le nuove finestre fanno risparmiare dal 15% al 25% di energia!

Quali finestre scegliere

Alla base, le finestre devono essere facili da manovrare, durevoli e belle esteticamente pur avendo una buona efficienza energetica. Rispettare quest'ultima condizione è una garanzia di comfort per gli occupanti e garantisce la minimizzazione della condensazione interna, che prolunga la vita delle finestre. 

Se il prezzo è un fattore importante, il rapporto qualità-prezzo lo è anche di più. È fondamentale, quindi, confrontare tutte le scelte senza sacrificare la qualità per risparmiare a tutti i costi. Economico, in questi casi, non è mai sinonimo di qualità o durata.

Prima di prendere una decisione, valuta le tue esigenze, la posizione della tua abitazione e tieni in considerazione le seguenti caratteristiche critiche:

  • il tipo di finestra (fissa o apribile);
  • la modalità di funzionamento (manovella, scorrimento, inclinazione e rotazione);
  • la manutenzione facile (otturatori girevoli, cerniere a 90 gradi, pulizia);
  • i materiali che costituiscono il telaio (PVC, alluminio, legno, combinato);
  • il tipo di vetratura (singola, doppia, tripla, film basso E, gas, interstrato);
  • le prestazioni energetiche (rating A, B e C, efficienza energetica).

Scelta del materiale giusto

La natura del materiale scelto per la falegnameria ha un impatto significativo sull'estetica dell'ambiente in cui verrà installato e sull'isolamento. Ma anche sui prezzi.

  • Infissi in legno: il legno è un eccellente isolante termico. È ideale per case in stile tradizionale, ma richiede una manutenzione regolare. Le finestre in legno hanno il vantaggio di avere un aspetto impareggiabile in termini di estetica. Ci sono molti modelli di finestre in legno con dimensioni standard. Un altro grande vantaggio del legno è che può essere ridipinto molto facilmente, secondo i tuoi gusti e secondo i tuoi desideri. Materiale ecologico e riciclabile il cui costo si fa sentire.
  • Infissi in PVC: il PVC è un buon isolante e rappresenta l'opzione più economica sul mercato, ma non è sempre la più estetica, potrebbe cozzare con l'architettura e un arredo classici di un'abitazione. Il PVC ha i principali vantaggi di essere economico, ecologico e di offrire un buon livello di isolamento. Inoltre, è molto facile da mantenere: un detergente delicato e un colpo di spugna basta a tenerlo pulito. 
  • Infissi in alluminio: l'alluminio, da parte sua, è solido, ma secondo le tecnologie, può isolare male. Le finestre in alluminio hanno un aspetto molto elegante che ben si sposa con le facciate in pietra. L'alluminio è un materiale sottile, che consente la massima illuminazione possibile e si adatta a finestre di grandi dimensioni. Inoltre, la sua gamma di colori è quasi illimitata. Questo tipo di finestre è generalmente adatto per progetti con uno stile più contemporaneo. Il suo prezzo è equivalente a quello del legno, ma la sua vita è più lunga.

Esistono modelli potenti con taglio termico, a prezzi comunque leggermente più alti. La soluzione ideale ma più costosa è optare per una falegnameria mista (legno e PVC, legno e alluminio o alluminio e PVC). In ogni caso, se si desidera beneficiare di aiuti per la sostituzione finestre dovrai sceglierne di tipo con un coefficiente di isolamento termico sufficiente a seconda del materiale.

Prima di scegliere le tue finestre, valuta più preventivi e controlla la garanzia offerta

Le finestre sono coperte dalla garanzia del produttore, che varia da una ditta all'altra. Prenditi sempre il tempo di esaminare ciascuna di esse e valuta più preventivi. Alcuni rivenditori hanno la buona idea di offrire una garanzia estesa senza costi aggiuntivi, quindi divertiti!

Abiti a Roma e non sai a chi affidarti? L'importante è fare scelte consapevoli, che non puntino solo all’estetica e all’emozione di possedere un oggetto unico e di design, ma anche all’opportunità di adottare per la propria abitazione una soluzione tecnologicamente avanzata.

Alcuni rivenditori sono anche produttori dei propri prodotti, veri e propri artigiani dei serramenti, delle porte e dei restauri, che dalla materia prima, passano per il progetto fino all'articolo finito, come Arte del Legno 86.

Altri invece, come ad esempio il Centro Distribuzione Finestre, si avvalgono della collaborazione di grandi aziende leader in Europa nel settore delle finestre come Drutex S.A., che nella sua offerta, oltre agli infissi in PVC, propone anche finestre e porte in legno e alluminio, sistemi per facciate in alluminio, verande, porte antincendio e tapparelle.

 



Potrebbe interessarti anche