Ristrutturazione
Typography

Tramite questo articolo di approfondimento andremo a dare consigli utili ai nostri lettori su come riuscire a togliere vernici da diversi tipi di superfici nel modo migliore possibile.

Questo per indirizzare i lettori ai diversi modi di togliere vernici non essendoci un metodo universale. Riporteremo degli esempi tra i più frequenti e le soluzioni migliori ai vostri problemi. Certo è bene ricordare innanzitutto che , non essendoci un metodo universale per togliere qualunque vernice da qualunque superficie, questi che andremo a trattare sono solo esempi e non è assicurata la riuscita della lavorazione voluta

Togliere vernici da una superficie in ferro:

Il metodo migliore per togliere uno strato di vecchia vernice da una qualunque superficie in ferro è senza alcun dubbio utilizzare uno sverniciatore, applicato direttamente con un pennello sulla superficie da rimuovere. Infatti, dopo questa semplice operazione, la vernice inizierà a gonfiarsi e a staccarsi da sola in breve tempo. In seguito andremo a concludere il nostro lavoro togliendo i residui con un raschietto, con carta vetro o con una spazzolina in acciaio, facendo però molta attenzione ad avere premura di non andare ad intaccare la superficie in ferro della struttura. A pulizia ultimata bisogna passare una o due mani di antiruggine al piombo prima di iniziare a ridare le nuove mani di vernice, così da prevenire possibili danni alla superficie.

Togliere vernici da una superficie in legno:

In questo caso possiamo scegliere tra due metodi sicuri per la riuscita del nostro fine. Nel primo caso andremo a ridipingere direttamente il legno con una nuova vernice coprente, così da far sparire lo strato sottostante senza lasciare alcuna traccia. Nel secondo caso, che forse si rivelerà per la maggior parte delle persone il metodo più sicuro e veloce, è consigliabile acquistare nei negozi specifici di vernici uno sverniciatore chimico, cioè un gel da applicare direttamente con il pennello sulla superficie da lavorare.

Togliere vernici da una superficie in plastica (o materiali simili):

L’uso dei solventi tradizionali può creare, delle volte, danni notevoli alla superficie originale sul quale stiamo lavorando. Se si era utilizzata della vernice spray i metodi migliori per una buona riuscita sono utilizzare uno sgrassatore del tipo chante clear, usare prodotti specifici come il WD-40 che si usano proprio per rimuovere colle e vernici oppure tramite soda caustica diluita in grande dose che risulta molto potente come sverniciatore per le più svariate superfici. Se la vernice è fresca è possibile fare una prova con del semplice alcool o con dell’acetone, che risultano in molti casi molto efficienti e poco dannosi alla struttura.

Detto questo è bene ricordare che questi sono e rimangono consigli teorici che non danno la certezza assoluta di riuscire nel nostro intento. Infatti le variabili sono talmente tante che è impossibile dare una direttiva sicura dei metodi da usare. Comunque rimane sempre la possibilità, per tutte le superfici da noi discusse, di utilizzare una pistola ad aria calda, o comunque una fonte di calore che potrebbe portare al distaccamento della vernice dalla superficie specifica, cosi da togliere le vernici più assidue con semplicità e rapidità.

Hai trovato l'articolo interessante? Convidi o commenta:

Iscriviti gratuitamente al nostro servizio di Newsletter per ricevere una notifica quando ci sono nuovi aggiornamenti.

Accesso Utenti

Articoli Correlati